Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

FORUM PA 2019

PA digitale, raddoppiano i manager dell’innovazione pubblica

Da settembre a oggi in aumento del 50% le nomine dei responsabili per la transizione al digitale, che raggiungono quota 4.416. Via alla seconda conferenza nazionale

15 Mag 2019

Federica Meta

Giornalista

Cresce il numero di pubbliche amministrazioni che hanno nominato un proprio dirigente incaricato di coordinare i progetti di trasformazione digitale. Da settembre scorso a oggi le nomine dei responsabili per la transizione al digitale (Rtd) nelle pubbliche amministrazioni italiane sono, infatti, aumentate di oltre il 50%, passando da 2.939 alle attuali 4.416.

È quanto è emerso oggi a margine della seconda conferenza dei Responsabili per la transizione al digitale, organizzata da Agid e dal Ministro della PA Giulia Bongiorno nell’ambito di ForumPA 2019.

Secondo quanto stabilito dal Cad (Codice dell’Amministrazione Digitale), le PA sono tenute a individuare un responsabile che si occupi di coordinare e declinare i progetti di trasformazione digitale all’interno delle singole pubbliche amministrazioni.

Proprio per supportare le PA in questo percorso e favorire un’accelerazione delle procedure di nomina, Agid e ministro hanno creato una struttura organizzativa, la Conferenza dei Rtd, che si riunisce periodicamente per condividere esperienze buone pratiche e incentivare la diffusione della cultura dell’innovazione nella PA.

Inaugurata a febbraio di quest’anno, la Conferenza è stata convocata per la seconda volta oggi a Roma da Agid e dal Ministro Bongiorno, riunendo oltre 250 Responsabili per la transizione al digitale delle PA italiane.

Durante l’incontro Agid e il Ministro si sono confrontati con i Rtd sul nuovo Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione 2019-21 e sulle numerose azioni di crescita digitale da attuare nelle pubbliche amministrazioni centrali e locali nei prossimi tre anni.

Obiettivo dell’incontro di oggi: diffondere una maggiore consapevolezza sulle azioni previste, ottenere indicazioni, suggerimenti e risposte costruttive su come attuare il Piano attuale e su come aggiornare il prossimo da coloro che sono chiamati in prima linea a calarlo nelle singole realtà. Particolare attenzione è stata rivolta anche al tema del consolidamento delle competenze manageriali dei Rtd. Per questo alla giornata di lavori hanno partecipato anche i rappresentanti della Conferenza Rettori italiani, in vista della definizione di nuovi percorsi formativi specifici dedicati proprio agli Rtd, in collaborazione con Agid.

La Conferenza è stata presieduta dal Ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno e dal Direttore di Agid Teresa Alvaro e si è articolata in due sessioni: la sessione plenaria, durante la mattina, aperta agli attori della trasformazione digitale della PA, e la sessione pomeridiana, organizzata in sei tavoli di lavoro tematici con lo scopo di condividere esperienze e buone pratiche legate all’innovazione dei servizi e dei processi, ascoltare il punto di vista delle associazioni di categoria delle imprese, dell’università e della ricerca.

I 6 tavoli hanno trattato temi strategici per la trasformazione digitale delle PA, correlati a specifiche linee di azione del Piano Triennale: Applicazione del principio Once only verso le imprese; strategia per favorire il riuso del software, Cybersecurity e privacy by design; mobilità delle merci e modello Smart Landscape; Switch off verso i servizi digitali; Performance, management e competenze.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2