L'EVENTO

PA traino della ripresa. La ricetta di FPA: “Coinvolgere i territori per attuare il Pnrr”

Cinque giorni, 180 ore di diretta e oltre 700 relatori a quasi 200 eventi in streaming dedicati alle azioni necessarie ad attuare progetti del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Mochi Sismondi: “Per l’Italia sfida epocale, serve una nuova sinergia tra le energie vitali del Paese”

25 Giu 2021

F. Me

placeholder

Cinque giorni, 180 ore di diretta su 4 canali di streaming per quasi 200 eventi virtuali dedicati ai temi della trasformazione digitale, della transizione verde, dell’inclusione sociale e dell’innovazione della Pubblica Amministrazione, con oltre 700 relatori tra rappresentanti del mondo istituzionale, politico, imprenditoriale e accademico. Sono questi i numeri della 32esima edizione Forum PA, la manifestazione nazionale sull’innovazione, organizzata da Fpa, società del Gruppo DIGITAL360, con 122 partner pubblici e privati, tra cui ACI, Cisco, Dell Technologies e DXC Technology in qualità di main partner.

L’edizione che si chiude questa sera, interamente digitale, è stata dedicata al tema “Connettere le energie vitali del Paese” intorno alle missioni, agli obiettivi e agli interventi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Tra i tanti ospiti, sono intervenuti 10 Ministri (il Ministro per la PA Renato Brunetta, il Ministro dell’innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao, il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini, il Ministro per gli Affari regionali e le autonomie Maria Stella Gelmini, il Ministro dell’Università e della ricerca Maria Cristina Messa, il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, il Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando, il Ministro per le Politiche giovanili Fabiana Dadone, il Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale Mara Carfagna), insieme ad altri rappresentanti del Governo (il Vice-Ministro dell’Economia Laura Castelli e la Sottosegretaria del Ministero dello sviluppo economico Anna Ascani). Poi, un Presidente di Regione (Stefano Bonaccini per l’Emilia – Romagna), 4 sindaci (Giorgio Gori per Bergamo, Giovanna Bruno per Andria, Carlo Masci per Pescara e Chiara Appendino per Torino).  E ancora numerosi ospiti internazionali, come il premio Nobel Joseph Stiglitz, il docente all’University College London Sir Geoff Mulgan, il CEO di Apolitical Robyn Scott, l’esperto di politiche tecnologiche e consigliere di Obama Alec Ross, il fondatore di Platformation Labs e autore del best seller “Platform Revolution” Sangeet Paul Choudary, l’architetto e docente al MIT di Boston Carlo Ratti, la docente alla Harvard Business School Francesca Gino.

“L’attuazione del Pnrr rappresenta una grande impresa collettiva di cui la pubblica amministrazione è chiamata ad essere il ‘motore’, connettendo i diversi protagonisti dell’innovazione, instaurando un dialogo tra centro e periferia, mettendo a sistema le migliori esperienze realizzate a livello locale – commenta Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA – Il messaggio forte emerso dai cinque giorni di Forum PA 2021 è che il Pnrr non può essere calato dall’alto: perché ora si passi dalla carta alla realizzazione, è necessario prevedere una governance adeguata e coinvolgere i territori passo dopo passo nella sua attuazione”.

“Forum PA 2021 ha voluto creato e rafforzare connessioni tra chi opera nelle amministrazioni pubbliche, nelle aziende tecnologiche, nei territori attorno agli obiettivi e alle missioni del PNRR – dice Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA – Ha permesso il confronto diretto tra tanti soggetti pubblici e privati collegati da tutta Italia, hanno dato vita a un dibattito di valore sulle strategie per la ripartenza, con anche uno sguardo sulle esperienze internazionali più virtuose. L’Italia è di fronte a una sfida epocale, che vede nello sviluppo sostenibile e nella trasformazione digitale due strategie inscindibili e non più rimandabili: serve una nuova sinergia tra le energie vitali del paese per un progetto di ripresa condiviso”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA