PagoPA in volata, oltre 22 milioni le transazioni effettuate - CorCom

IL REPORT

PagoPA in volata, oltre 22 milioni le transazioni effettuate

I dati relativi ai primi cinque mesi del 2019: il valore delle operazioni si è attestato sui 3,4 miliardi di euro, in crescita del 717% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno

06 Giu 2019

F. Me

Vola PagoPA. Nei primi cinque mesi del 2019 la piattaforma ha superato ogni previsione: sono state infatti 22.448.490 le transazioni effettuate mentre il valore si è attestato sui 3.383.635.675 euro, +717% rispetto allo stesso periodo del 2018. Ne dà notizia il Team per la Trasformazione Digitale.

Che cos’è PagoPA

PagoPA non è un sito dove pagare, ma una nuova modalità per eseguire presso i Prestatori di Servizi di Pagamento (Psp) aderenti i pagamenti verso la PA in modalità standardizzata. Si possono effettuare i pagamenti direttamente sul sito o sull’app dell’Ente o attraverso i canali (online e fisici) di banche e altri Prestatori di Servizi di Pagamento. Il sistema è adottato da Amministrazioni pubbliche che consentono il pagamento per mezzo di servizi offerti da Prestatori di Servizi di Pagamento (Psp).

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

Cosa si può pagare con PagoPA

PagoPA  permette di pagare tributi, tasse, utenze, rette, quote associative, bolli e qualsiasi altro tipo di pagamento verso le PA centrali e locali, ma anche verso altri soggetti, come le aziende a partecipazione pubblica, le scuole, le università, le Asl.

Chi può ricevere pagamenti tramite pagoPA

Con il sistema si possono fare pagamenti verso tutti gli enti pubblici, tutte le società a controllo pubblico e verso società private che forniscono servizi al cittadino purché aderiscano all’iniziativa.

Perché una Pubblica Amministrazione deve aderire

Le PA e le società a controllo pubblico aderiscono al sistema PagoPA perché previsto dalla legge. Il vantaggio è quello di poter fruire di un sistema di pagamento semplice, standardizzato, affidabile e non oneroso per la PA e più in linea con le esigenze dei cittadini.

Perché le banche e i Prestatori di Servizi di Pagamento possono aderire

I Prestatori di Servizi di Pagamento (Psp) aderiscono al sistema pagoPA su base volontaria per erogare servizi di pagamento ai propri clienti (cittadini e imprese) sia occasionali che abituali. Ogni Psp aderente decide quanti e quali servizi di pagamento rendere disponibili: carta di credito, addebito in conto e altro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

P
pagopa
T
team digitale