Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Pec, cresce il numero delle caselle attivate

A cinque mesi dall’avvio del servizio raggiungono quita 400mila le richieste di attivazione da parte dei cittadini. 500mila le aziende che utilizzano l’e-mail certificata. Oltre un milione le caselle dei professionisti. Brunetta: “Il sistema Paese diventa più moderno”

23 Set 2010

Cresce il numero di cittadini e imprese che usa la Pec. A cinque
mesi dall’avvio del servizio Postacertificat@ sono oltre 400mila
i cittadini che hanno richiesto l’attivazione del servizio
gratuito per dialogare online con la Pubblica Amministrazione. E il
numero delle caselle di posta elettronica certificata aumenta anche
tra le imprese. “Almeno 500mila aziende dispongono ormai di
Postacertificat@ e a breve si diffonderanno ai 2,5 milioni di
imprese appartenenti al network di Rete Imprese Italia – fa
sapere Palazzo Vidoni -. Già dal mese prossimo, in attuazione del
Protocollo d’intesa siglato lo scorso agosto dal ministero per la
Pubblica amministrazione e l’innovazione e Rete Imprese Italia,
prenderà infatti avvio la campagna di distribuzione rivolta agli
associati di Confcommercio e Confartigianato. A seguire, questa
operazione verrà estesa a tutte le imprese di Rete Imprese
Italia”.

Con il nuovo canale di comunicazione le aziende semplificano il
loro rapporto con la Pubblica amministrazione: possono infatti
comunicare con Inps e Inail; provvedere a iscrizioni, modifiche e
cessazioni alla Camera di commercio; presentare dichiarazioni di
inizio o cessazione di attività all’Agenzia delle Entrate;
adempiere agli obblighi relativi alla Comunicazione Unica oppure
ottenere il Documento unico di regolarità contributiva (Durc).

Per quanto riguarda invece i professionisti che hanno una casella
Pec sono oltre 1,2 milioni: “un esercito che può utilizzare la
posta elettronica certificata per gestire le comunicazioni
ufficiali con gli enti di previdenza e, più in generale, con tutta
la Pubblica Amministrazione”, ricorda il ministro Brunetta.

Le pubbliche amministrazioni che dispongono di almeno una Pec sono
11mila.e sono 19mila le caselle già attive e quindi raggiungibili
da cittadini, imprese e professionisti.

“Finalmente cominciamo a rompere gli schemi che da sempre
caratterizzano il rapporto tra la PA e i propri clienti. Non solo
– commenta soddisfatto Brunetta – È tutto il sistema-Paese che
diventa più moderno: con la Pec cittadini, imprese, professionisti
e amministrazioni pubbliche dialogano tra loro in modo rapido,
semplice, diretto, economico e sicuro contribuendo ad aumentare
qualità ed efficienza del sistema di comunicazione tra i diversi
attori economici”.