MISSIONE DIGITALIZZAZIONE

Pnrr, aggiudicata la prima gara Consip da 135 milioni per la cybersecurity nella PA

Tre i raggruppamenti temporanei d’impresa in campo capitanati da Fastweb, Tim e Vodafone. A partire da marzo le amministrazioni potranno scegliere il fornitore per acquistare con formula “on premises” prodotti e servizi di sicurezza informatica

22 Feb 2022

Domenico Aliperto

cyber4-161114151600

Consip ha aggiudicato la prima gara dedicata agli acquisti delle Pubbliche amministrazioni per la realizzazione dei progetti Pnrr rispetto al capitolo “Sicurezza On Premises – strumenti di gestione, protezione email, web e dati”, mettendo così a disposizione degli enti un contratto del valore complessivo di 135 milioni di euro e della durata di 24 mesi.

Il quadro in cui si inserisce la gara

L’iniziativa, si legge in una nota, recepisce le disposizioni del Dl 77/2021 sulla Governance del Pnrr che consente alle amministrazioni di acquistare i prodotti e i servizi di cybersecurity per la realizzazione dei progetti finanziati attraverso i fondi Pnrr, che afferiscono alla Missione 1 (Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura), e più nello specifico alla Componente 1 (Digitalizzazione, innovazione e sicurezza nella Pa) del pillar.

WHITEPAPER
IoT e MES: quanto ne sai? Approfondisci le tecnologie per un futuro data-driven
ERP
IoT

Questa gara fa, inoltre, parte di un pacchetto di tre gare Consip in ambito cybersecurity e si colloca nel piano delle gare strategiche Ict che Consip realizza in attuazione del “Piano Triennale per l’informatica nella Pa 2020-2022”, predisposto da Agid e Ministro per l’innovazione tecnologica e transizione digitale.

Le aziende partecipanti e le offerte a disposizione delle Pa

La gara è stata aggiudicata a tre raggruppamenti temporanei di imprese: il primo, con mandataria Fastweb, è composto da Fincantieri, N&C, Business Integration Partners e Consorzio Reply Public Sector. Il secondo è invece formato da Tim come mandataria, Leonardo, Dgs ed Engineering Ingegneria Informatica, mentre il terzo da Vodafone come mandataria, Eurolink, Almaviva e The Italian Innovation Company.

A partire da marzo, attraverso un accordo quadro con più operatori economici le amministrazioni potranno dunque scegliere il proprio fornitore, rilanciando il confronto competitivo fra gli aggiudicatari a seguito di un appalto specifico, per acquistare con la formula “On premises”: prodotti (Security Information and Event Management, Security Orchestration, Automation and Response, Secure Email Gateway, Secure Web Gateway, Database Security, Data Loss Prevention, Privileged Access Management e Web Application Firewall), servizi base connessi (installazione e configurazione, formazione e affiancamento, manutenzione, contact center e di help desk, hardening su client, supporto specialistico), e servizi aggiuntivi (hardening su altri sistemi, data assessment, Privileged Account Assessment, servizi professionali erogati dal vendor, incident response).

“Tutte le offerte presentate”, precisa Consip, “sono di elevato livello tecnico – per ciò che concerne soluzioni tecnologiche, livelli di servizio e personale addetto al supporto specialistico – ed economicamente convenienti, con risparmi sui prezzi unitari stimati per il calcolo della base d’asta del 33% (per la fornitura e manutenzione dei prodotti) e del 20% (per i servizi professionali)”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

C
consip

Approfondimenti

A
appalti
C
cybersecurity
G
gara
P
Pnrr

Articolo 1 di 3