Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

RISORSE

Progetti di R&S, rifinanziamento da 450 milioni

Più forza agli interventi agevolativi a favore dei piani di Agenda Digitale e Industria sostenibile con il decreto del Mise. Introdotta modifica sulle misure di aiuto per gli interventi fin qui attuati a favore di Pmi e grandi aziende

19 Dic 2017

Progetti di Ricerca&Sviluppo di Agenda digitale e Industria sostenibile, con il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico del 18 ottobre 2017, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 15 dicembre, rifinanziati gli interventi agevolativi.

Agli interventi sono destinati 350 milioni di euro del Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti di Cassa depositi e prestiti per la copertura del finanziamento agevolato e 100 milioni di euro del Fondo per la crescita sostenibile del Mise per la copertura del contributo alla spesa.

Con lo stesso decreto è stata inoltre introdotta un’importante modifica nelle misure di aiuto rispetto agli interventi fin qui attuati. Il contributo alla spesa viene elevato al 20% dei costi agevolabili (rispetto al 10% per le grandi imprese e al 15% per le piccole e medie imprese), mentre il finanziamento agevolato viene fissato nella misura compresa tra il 50% e il 60% per le grandi imprese e tra il 50% e il 70% per le piccole e medie imprese (finora era compreso tra il 50% e il 70% per tutte le imprese). Il tasso d’interesse resta pari al 20% di quello di riferimento, con un minimo dello 0,8%.

Le modifiche saranno applicate alle nuove domande di Agenda digitale e Industria sostenibile che potranno essere presentate a partire dall’8 gennaio 2018, come indicato nel decreto del Direttore generale per gli incentivi alle imprese del 18 dicembre 2017 pubblicato sul sito internet del Ministero. A partire da oggi sarà possibile, tramite la piattaforma informatica del Soggetto gestore, cominciare a predisporre le domande.

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
agenda digitale
I
industria