Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Reggio Calabria, la Provincia scommette sulla PA digitale

Firmato il protocollo di intesa con il ministro Brunetta. Obiettivo: accelerare lo sviluppo di servizi innovativi per cittadini e imprese. Focus su sportelli elettronici e dematerializzazione

08 Nov 2011

Reggio Calabria scommette sull'innovazione. Il ministro per la
PA eInnovazione Renato Brunetta e il presidente della Provincia
Giuseppe Raffa hanno sottoscritto questa mattina a Palazzo Vidoni
un Protocollo d’intesa per l’innovazione organizzativa e
tecnologica e la realizzazione di servizi ai cittadini e alle
imprese.

La collaborazione mira ad avviare un rapporto di collaborazione per
realizzare un programma di innovazione per l’incremento
dell’efficienza, della trasparenza e della qualità dei servizi
offerti. Le parti svolgeranno attività di ricerca e analisi che
serviranno a implementare e sviluppare l’iniziativa di custode
satisfaction “Linea Amica”, a individuare e promuovere best
practice, a sviluppare modelli di rilevazione dell’efficienza e
delle performance degli apparati e dei dipendenti della PA, a
implementare e sviluppare sistemi di citizen satisfaction e di
sportelli fisici e telematici per l’accesso alle
informazioni.

Per raggiungere gli obiettivi dell’intesa sottoscritta, la
Provincia di Reggio Calabria si impegna a potenziare e migliorare
il sistema di rilevazione delle indagini di customer e citizen
satisfaction e a partecipare all’iniziativa “Mettiamoci la
faccia”; a supportare i cittadini nell’accesso ai servizi
online mediante sportelli fisici, telematici e multicanale; ad
attivare una Carta dei Servizi online del tutto innovativa; a
realizzare un efficace sistema di protocollatura informatica e un
dispositivo di registrazione automatica; ad attivare un servizio di
Auditing per esaminare e valutare la regolarità amministrativa
nonché l’iter procedurale delle determinazioni dirigenziali; a
istituire un “Collegio antiburocrazia” con il compito di
trovare soluzioni conciliative, verificare gli eventuali ritardi
nel rilascio di atti o nell’erogazione di servizi e stabilire
l’indennizzo in caso di ritardo; a perfezionare un meccanismo che
consenta la ricerca e lo scambio di buone prassi con altre
amministrazioni; ad attivare infine un sistema informativo reale in
cui la centralità del dato diventi l’obiettivo principale per il
funzionamento in real time dei servizi ai cittadini.

Per assicurare l’attuazione del Protocollo verrà istituito un
Comitato tecnico che svolgerà funzioni di coordinamento,
pianificazione e controllo nell’orientamento e programmazione
delle attività, nella definizione delle modalità operative per la
realizzazione degli interventi programmati, nell’individuazione
delle eventuali criticità e proposizione delle possibili soluzioni
operative, nel monitoraggio e verifica dei risultati,
nell’individuazione di ulteriori ambiti di interventi
collaborativi.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link