Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Scommessa bipartisan sul manager del futuro

Fondazione Farefuturo e Glocus superano le rispettive visioni politiche per rilanciare sull’innovazione. E propongono una serie di seminari per inquadrare il ruolo dei nuovi dirigenti locali

14 Apr 2010

Diffondere la cultura del cambiamento nella classe dirigente locale
con l'obiettivo strategico di modernizzare l'Italia. Sono
queste, in sintesi, le finalità del ciclo di seminari
dedicati al tema dell'innovazione del territorio organizzati da
Fondazione Farefuturo e da Glocus che si svolgeranno da giugno a
novembre prossimi.

Collocate su sponde politiche opposte, le due fondazioni hanno
comunque deciso di unire gli sforzi per cercare di far ripartire il
Paese attraverso un ambito, quello degli amministratori locali,
importante per il rinnovamento.

''Il nostro obiettivo è diffondere la cultura del
cambiamento nella classe dirigente convinti che l'innovazione
in tutte le sue forme rappresenti la condizione essenziale per far
ripartire il Paese – sottolinea Linda Lanzillotta, presidente di
Glocus e deputata di Alleanza per l'Italia -. Occorre coniugare
il principio dell'unità nazionale con quello del federalismo
dando sempre più responsabilità agli enti locali. Per questo
hanno deciso di cominciare dal basso a partire dai territori per
formare una nuova classe dirigente che condivida lo stesso sistema
di valori''.

Il ciclo di seminari sarà inaugurato il 18 giugno alla presenza
del presidente della Camera, Gianfranco Fini, sul tema
dell'''Innovazione istituzionale''; ne
seguiranno altri 4 sui temi delle tecnologia, dell'innovazione
finanziaria e dell'innovazione organizzativa. A ciascun ciclo
di seminari che si svolgeranno tutti a Frascati potranno
partecipare 50 fra amministratori e amministrativi. Vi prenderanno
parte rappresentanti del mondo dell'impresa e
dell'universitaà come Giuliano Amato, Domenico de Masi e
Umberto Paolucci.

''In un Paese federalista e presidenzialista è
assolutamente necessario sviluppare un processo di ammodernamento
della pubblica amministrazione sulla base di valori condivisi,
soprattutto nel territorio dove si misurano le migliori energie e
si manifestano i maggiori problemi – spiega il viceministro allo
Sviluppo economico Adolfo Urso che è anche segretario generale di
Farefuturo -. Questo ciclo di seminari è costruito insieme da chi,
da sponde diverse, crede nella necessità di formare la classe
dirigente diffondendo un sistema di valori condivisi''.