PNRR

Spid, PagoPA e App IO: sul piatto 145 milioni

Dal ministro dell’Innovazione e Transizione digitale tre nuovi bandi per accelerare la diffusione delle piattaforme abilitanti. Avvisi aperti fino al 9 settembre, salvo esaurimento delle risorse. Le domande sul sito PaDigitale2026

17 Giu 2022

F. Me

merger, digital

145 milioni per la PA digitale. Il ministero dell’Innovazione e Transizione digitale ha lanciato tre nuovi bandi nell’ambito del Pnrr per l’adozione dell’App Io, PagoPA e Spid.

I bandi, salvo esaurimento delle risorse, sono aperti fino al 9 settembre e le PA devono fare domanda sul sito https://padigitale2026.gov.it/.

Adozione App IO

Nell’ambito della  misura 1.4.3 del Pnrr,  ci 35 milioni per favorire l’adozione dell’App IO e la successiva migrazione o attivazione di servizi da integrare sulla piataforma.  Il contributo per singolo servizio è diverso per tipologia di ente: per le regioni con popolazione fino a un milione di abitanti, ammonta a 2.448 euro per servizio che sale a 5.753 euro per le regioni con popolazione tra un milione e 3,5 milioni di abitanti e a 14.866 euro per quelle con popolazione maggiore. Per le strutture sanitarie sul piatto ci sono 5.904 euro a servizio, per le università 3.275 euro e per enti di ricerca e istituti per l’alta formazione ammonta a 2.001 euro per servizio.

WEBINAR
20 Luglio 2022 - 12:00
Sblocca il potere dei dati di produzione per rendere la manifattura più intelligente e produttiva
Big Data
ERP

Adozione di PagoPA

Sempre nell’ambito della misura 1.4.3 del Pnrr sono disponibili 80 milioni per la  I migrazione e l’attivazione dei servizi di incasso gestiti su PagoPA. Per le regioni con popolazione fino a un milione di abitanti, il sostegno è di 6.120 euro per servizio, incrementato a 14.383 euro per le regioni con popolazione tra un milione e 3,5 milioni di abitanti e a 37.166 euro in caso di regioni con popolazione superiore. Per le strutture sanitarie, il contributo è di 14.761 euro per servizio, per le università 8.187 euro, mentre per enti di ricerca e istituti per l’alta formazione ammonta a 5.002 euro per servizio.

Estensione di Spid e Cie

Trenta milioni di euro, provenienti dalla misura 1.4.4 del Pnrr, sono disponibili per la piena adozione delle piattaforme di identità digitale attraverso il raggiungimento dei seguenti obiettivi: adesione alla piattaforma di identità digitale “spid”, adesione alla piattaforma di identità digitale “cie” ed erogazione di un piano formativo su disposizioni normative, linee guida e best practices in caso di integrazione a “spid” e “cie” con protocollo “saml2”.L’importo riconoscibile è di 14 mila euro.

 

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

V
vittorio colao

Approfondimenti

A
app IO
C
cie
P
pagopa
P
Pnrr
S
SPID

Articolo 1 di 5