PA DIGITALE

Valutazione di impatto ambientale, dal 1° febbraio invio telematico. Ecco come fare

Sul sito del Ministero dell’Ambiente una sezione ad hoc. Il ministro Pichetto Fratin: “Digitalizzazione alleata della transizione green”

Pubblicato il 30 Gen 2024

System,For,Managing,Documents,(dms).,Data,Encryption,And,Digital,File

Pubblica Amministrazione sempre più digitale: dal primo febbraio anche le istanze per l’avvio del procedimento di Via, la valutazione d’impatto ambientale, saranno presentabili in modalità telematica. Si tratta del primo passo per la completa sostituzione, dopo un breve periodo transitorio, dell’attuale procedura, che prevede la trasmissione della documentazione a mezzo posta, “brevi manu” o via Pec.

Avanti tutta sulla dematerializzazione

“E’ una vera novità nel nostro percorso di velocizzazione delle procedure – spiega il Ministro dell’Ambiente Gilberto Pichetto Fratin – che aiuterà sia il proponente pubblico e privato, che la direzione del Ministero nelle verifiche amministrative. Prosegue dunque la nostra azione verso la dematerializzazione documentale e la semplificazione, particolarmente utile in processi complessi di permitting, in cui il digitale diventa prezioso alleato dell’efficienza, nella direzione della transizione”.

WHITE PAPER
REM al posto della PEC: quali le normative e le regole tecniche da tenere in considerazione?
Gestione documentale
Data protection

“Più digitale – spiega il Ministro – significa anche maggiore velocità, perché la procedura guidata implicherà la presentazione di istanze di Via complete, già alla fase di start, di maggiori informazioni, essenziali per evitare passaggi successivi per richiederle e riceverle”.

Procedure analogiche o via Pec ancora possibili sino al 30 aprile

L’iniziativa della Direzione Generale Valutazioni Ambientali dà seguito a quanto già fin qui realizzato tramite la gestione del portale web https://va.mite.gov.it/it-IT, dedicato alla pubblicazione delle procedure di Via/Vas/Aia. L’invio delle istanze potrà avvenire comunque, fino al 30 aprile 2024, anche a mezzo posta/brevi manu e/o Pec, secondo le attuali specifiche tecniche per la predisposizione e la trasmissione della documentazione in formato elettronico per le procedure di Vas e Via ai sensi del Codice dell’Ambiente e disponibili all’indirizzo https://va.mite.gov.it/itIT/ps/DatiEStrumenti/Modulistica.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 5