I DATI

Vola la e-fattura: oltre 30 milioni i documenti inviati alla PA

I numeri dell’Agenzia delle Entrate: 111mila operazioni B2B. Boom della precompilata: in un anno inviati online 2,4 miliardi di dichiarazioni dei redditi

01 Feb 2018

F. Me

Vola la fatturazione elettronica. A dimostrarlo sono i numeri annunciati oggi dal direttore dell’Agenzia delle Entrate, Ernesto Maria Ruffini, parlando alla presentazione dei risultati 2017: sono state gestite 30,2 milioni di fatture PA e 111mila relative alle operazioni B2b.

Aumenta anche il numero di visite al cassetto fiscale: 27 milioni le consultazioni eseguite, il 17% in più rispetto al 2016. Ruffini ha anche sottolineato come nel 2017 sono stati erogati complessivamente, a famiglie e imprese, 16,2 miliardi di euro di rimborsi. E dal 2018 i tempi dei rimborsi Iva si ridurranno mediamente da 90 a 70 giorni.

FORUM PA 6- 11 luglio
Innovazione e trasformazione digitale per la resilienza. Scopri il nuovo FORUM PA digitale
CIO
Dematerializzazione

Infine lo scorso anno 2,4 miliardi di 730 precompilati sono stati inviati online direttamente dai cittadini, il 71% in più rispetto al 2015.

A crescere anche i risultati sul fronte della lotta all’evasione fiscale. L’attività di recupero quest’anno  ha riportato nelle casse dello Stato 20,1 miliardi di euro, con un aumento del 5,8% rispetto al 2016. Di questi, 11 derivano da versamenti diretti in seguito a controlli, 1,3 miliardi di euro da lettere per la “compliance”,  400 milioni dagli accertamenti sulle richieste di adesione alla prima voluntary disclosure e 7,4 miliardi da ruoli, di cui una parte rilevante si deve alla definizione agevolata delle cartelle, la cosiddetta rottamazione, che ha portato un gettito che nel 2017 ha superato i 6,5 miliardi di euro. Solo una quota – 4 miliardi – sono stati riscossi per conto dell’Agenzia delle Entrate, mentre le riscossioni Inps e Inail ammontano a 1,5 miliardi circa. L’importo incassato per conto dei Comuni ammonta a 0,5 miliardi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA