INNOVAZIONE

Vola lo Spid targato Lepida: 68mila nuove richieste

La spinta dalla nuova modalità di rilascio via webcam partita il 23 marzo e dall’aumento di servizi pubblici accessibili tramite identità digitale

30 Apr 2020

Sono oltre 68mila le richieste di nuove identità Spid LepidaID ricevute da Lepida a seguito della messa in produzione, avvenuta il 23 marzo 2020, della nuova modalità di rilascio con riconoscimento via webcam. Un successo notevole per un’iniziativa voluta da Regione Emilia-Romagna, e realizzata in tempi brevissimi da Lepida, per permettere ai cittadini di usufruire dei servizi online della Pubblica Amministrazione in considerazione delle restrizioni sugli spostamenti previsti dalle disposizioni normative.

La nuova modalità è gratuita per i cittadini, su indicazioni della Regione, per tutto il periodo di emergenza Coronavirus e a pagamento, così come previsto, alla sua conclusione. Tra i cittadini è cresciuta considerevolmente la consapevolezza dell’importanza dell’identità digitale Spid come chiave per l’accesso ai servizi messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione, anche per fronteggiare l’emergenza sanitaria, come ad esempio le comunicazioni e i servizi sanitari sul Fascicolo Sanitario Elettronico (Fse), le richieste di reddito di emergenza e bonus sul portale INPS, etc. Lepida, a fronte dell’elevato numero di richieste, che ha raggiunto picchi giornalieri di diverse migliaia, è impegnata costantemente nel potenziamento degli operatori dedicati alle attività di riconoscimento, e al tempo stesso nell’individuare procedure semplificate insieme ad Agid (Agenzia per l’Italia Digitale). Infatti, da un lato sono oltre 54mila le identità Spid LepidaID già rilasciate nel periodo di emergenza Coronavirus e dall’altra vi sono diverse decine di migliaia di richieste che Lepida sta gestendo nel rispetto delle normative e dei regolamenti vigenti del sistema Spid, emanati da Agid, che prevedono attualmente una procedura che richiede un tempo non trascurabile.

Lepida partecipa alle attività del Tavolo Tecnico Spid per l’emergenza Coronavirus istituito a seguito dell’incontro del Comitato Guida Spid del 31.03.2020, svolto alla presenza del Ministro Pisano, per l’individuazione di possibili semplificazioni procedurali, nella verifica dell’identità dei soggetti richiedenti lo Spid da remoto, in grado di ridurre i tempi di rilascio. Al tempo stesso, Lepida sta lavorando anche sull’attivazione di ulteriori sportelli per il riconoscimento a vista del cittadino, in particolare presso le farmacie dell’Emilia-Romagna, tra le quali oltre 200 sono già abilitate a rilasciare le identità LepidaID per l’accesso al Fse.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

L
lepida

Approfondimenti

C
coronavirus
I
identità digitale
S
spid

Articolo 1 di 5