IL VADEMECUM

Garante Privacy, ecco la guida alla data protection per le festività

L’authority aggiorna sul proprio sito e pubblica sui social le regole per tenersi al riparo da violazioni dei propri dati personali. Dalla pubblicazione di immagini ai rischi di truffe informatiche, dall’e-commerce alle connessioni wi-fi pubbliche

Pubblicato il 23 Dic 2022

A. S.

privacy-170504152016

Fornire agli utenti e ai consumatori una guida semplice e di rapida consultazione per capire come proteggere i propri dati personali anche nel periodo delle festività natalizie, facendo attenzione a una serie di attività in apparenza innocue ma che possono causare violazioni della privacy o il rischio di essere presi di mira da truffe informatiche. E’ con questo obiettivo che il Garante Privacy ha pubblicato sul proprio sito e attraverso una serie di post su Instagram, Twitter, LinkedIn e Telegram un aggiornamento del vademecum “Natale in Privacy”, con pochi consigli, semplici ed efficaci, per non avere brutte sorprese. 

Le risposte ai quesiti più comuni

Con la pubblicazione di questo documento l’Autorità garante per la protezione dei dati personali offre una serie di consigli e di risposte su quali accorgimenti prendere quando si pubblicano o condividono immagini con amici e parenti, o su come fare il possibile per evitare di essere presi di mira da attacchi informatici di phishing o altre truffe digitali “travestite” da messaggi di auguri. Ma anche su come acquistare online regali o vacanze in sicurezza, o su che precauzioni prendere quando ci si collega a internet tramite le reti wi-fi attive in luoghi pubblici. 

WHITEPAPER
Scopri le funzionalità chiave per gestire i punti vendita in maniera più efficace
Fashion
Retail

Alcuni consigli utili

Tutti i consigli forniti dal Garante , in ogni caso, partono da uno stesso principio a cui tutti gli utenti dovrebbero prestare il massimo dell’attenzione: gestire in modo accurato i propri dati personali, soprattutto quando sono coinvolti i minori, riflettendo prima di mettere a disposizione o condividere informazioni personali, video e foto compresi. Quanto poi agli acquisti online, che si tratti di prodotti o servizi, la prima cosa da fare è consultare l’informative sulla privacy dei siti in cui si naviga, per avere tutte le informazioni su come sono gestiti i nostri dati, da chi e per quali scopi.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articolo 1 di 3