Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

UNIONE EUROPEA

Uno status giuridico per robot e intelligenza artificiale

La richiesta del Parlamento europeo alla Commissione Ue è passata con 396 voti a favore. Allo studio un bottone per la distruzione dei robot da premere in caso di rivolta.

16 Feb 2017

Un bottone per la distruzione dei robot da premere in caso di rivolta o di danni causati dall’intelligenza artificiale, norme per la definizione delle
responsabilità civili, penali ed economiche dei robot e uno studio a fondo degli effetti dell’automazione sull’occupazione.
Questo ha chiesto oggi il Parlamento Ue approvando per 396 voti a favore, 123 contrari e 85 astensioni una risoluzione sul
futuro della robotica firmata dalla socialista lussemburghese Mady Delvaux.

Il Parlamento chiede urgentemente alla Commissione Ue un progetto di legge per chiarire le questioni di responsabilità per le auto senza conducenti, accompagnato da un sistema di assicurazione obbligatoria e da un fondo integrativo per garantire alle vittime di incidenti un pieno risarcimento. Più a
medio-lungo termine, Strasburgo spinge per la creazione di uno status giuridico specifico per i robot, per stabilire di chi sia
la responsabilita’ in caso di danni.

Gli eurodeputati esortano inoltre l’esecutivo comunitario a seguire da vicino gli effetti della robotica sul mercato del
lavoro, in modo da studiare misure atte a palliarne gli effetti. Infine, il Parlamento Ue chiede di valutare gli effetti della
robotica sulla privacy e la sicurezza e di prendere in considerazione la creazione di un’Agenzia europea per la robotica e l’intelligenza artificiale.

Argomenti trattati

Approfondimenti

P
privacy
R
robot
S
strasburgo