Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA CLASSIFICA

Bezos “scalza” Gates: è l’uomo più ricco del mondo

Il magnate del colosso delle vendite online Amazon ha un patrimonio di circa 100 miliardi di dollari. Tanti i paperoni americani dell’hi-tech nella lista di Bloomberg: nella top ten anche Mark Zuckerberg, Larry Ellison e Larry Page

28 Dic 2017

Patrizia Licata

giornalista

Il rally del titolo Amazon in Borsa premia Jeff Bezos, il fondatore del colosso americano dell’e-commerce che nel 2017 è salito al primo posto nella classifica dei più ricchi del mondo con un patrimonio di 99,6 miliardi di dollari, superando il numero uno dello scorso anno, Bill Gates il fondatore di Microsoft (91,8 miliardi di dollari). La classifica stilata da Bloomberg vede nelle prime posizioni molti magnati di Internet accanto a patron di industrie più tradizionali: l’imprenditore e investitore americano Warren Buffet è terzo con un patrimonio di 85 miliardi di dollari e lo spagnolo Armancio Ortega, fondatore della catena di negozi di abbigliamento Zara, è quarto con 75,5 miliardi. Seguono nella top ten Mark Zuckerberg di Facebook (72,6 miliardi), Bernard Arnault (il magnate e investitore francese che guida il marchio del lusso LVMH; il patrimonio è di 62,8 miliardi di dollari), Carlos Slim (61,7 miliardi, ha costruito la sua fortuna nelle Tlc, con Telmex e America Movil), Larry Ellison di Oracle (52,9 miliardi), Larry Page di Google (52,9 miliardi) e Ingvar Kamprad (l’imprenditore svedese che ha fondato Ikea, 52,4 miliardi).

L’ottimo andamento della Borsa nel 2017 ha favorito tutti i paperoni del mondo, che complessivamente hanno guadagnato 1.000 miliardi di dollari nel 2017 e ora contano su una fortuna di 5.300 miliardi, corrispondente al 6,6% della ricchezza mondiale. In particolare, il nuovo numero uno della classifica dei super-ricchi, Jeff Bezos, ha guadagnato 34,2 miliardi di dollari grazie al boom dei titoli Amazon, apprezzatisi quest’anno del 50%: ora il valore supera i 1.000 dollari per azione.

I magnati cinesi fanno concorenza a Bezos in fatto di tasso di crescita del patrimonio: non valgono certo altrettanto ma i 38 paperoni della Cina sono quelli che hanno guadagnato di più nel 2017 (+66% o 177 miliardi di dollari); in particolare, Hui Ka Yan, il fondatore di China Evergrande Group (settore immobiliare), si è arricchito di 25,9 miliardi, il 350% in più rispetto al 2016, il che lo posiziona secondo in classifica dopo Bezos in termini di guadagni accumulati nel corso del 2017. Ma Huateng, il co-fondatore di Tencent (colosso dei servizi Internet), ha visto la sua ricchezza raddoppiare a 41 miliardi di dollari e ora è il secondo uomo più ricco dell’Asia.

Gli Stati Uniti restano tuttavia il paese più rappresentato nell’indice dei miliardari di Bloomberg con i loro 159 paperoni che hanno guadagnato 332 miliardi di dollari e una fortuna complessiva di 2.000 miliardi. L’elemento vincente è il business nell’industria hitech e digitale: sono 57 i miliardari del settore in America, che quest’anno hanno visto la loro fortuna accrescersi di 262 miliardi di dollari, il 35% in più rispetto all’anno scorso: Zuckerberg, per esempio, si è arricchito di 22,6 miliardi, Larry Page di 13,1 miliardi.

In Italia il più ricco è Giovanni Ferrero del noto colosso alimentare della Nutella, 33mo a livello mondiale (patrimonio di 24,2 miliardi di dollari), seguito da Leonardo Del Vecchio di Luxottica (37mo, 22,5 miliardi).

@RIPRODUZIONE RISERVATA