Confindustria Servizi Innnovativi e Tecnologici, Carlo Berardelli è il nuovo presidente - CorCom

LA NOMINA

Confindustria Servizi Innnovativi e Tecnologici, Carlo Berardelli è il nuovo presidente

Rimarrà in carica per il quadriennio 2021-2025. Alla vicepresidenza Lorenzo D’Onghia e Vittoria Carli. Edoardo Gisolfi guiderà il Comitato nazionale di coordinamento territoriale

13 Mag 2021

A. S.

A guidare Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici  per il quadriennio 2021-2025 Carlo Berardelli, eletto oggi alla presidenza – a larghissima maggioranza – dall’Assemblea della Federazione. Romano, 56 anni, Berardelli è senior partner di Deloitte con un’esperienza di oltre 30 anni a servizio di società quotate in borsa, gruppi nazionali e internazionali di diversi settori industriali, incluse le società del settore pubblico italiano. Con una formazione audit&accounting in passato ha seguito, tra gli altri, si legge in una nota della federazione, alcuni tra i più importanti processi di privatizzazione di società pubbliche e negli ultimi anni ha allargato il suo campo professionale ai servizi di advisory e ai servizi innovativi applicati ai processi aziendali.

Berardelli ha inoltre alle spalle una lunga partecipazione alla vita associativa all’interno del Sistema Confindustria, ed ha ricoperto diverse cariche istituzionali: attualmente membro del Consiglio Generale di Unindustria – Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo – nel 2011 è stato Presidente della Sezione Consulenza, Formazione e Attività Professionali di Unindustria e successivamente, Vice Presidente. Consigliere prima, oggi Tesoriere, è da più di 15 anni nel board di Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, la Federazione di Confindustria che con 21 associazioni di categoria e 33 sezioni territoriali, circa 7.500 imprese e 150.000 addetti rappresenta le imprese che producono digitalizzazione, ovvero la utilizzano, e forniscono servizi abilitanti la trasformazione dei processi produttivi, dei prodotti, dei sistemi industriali e dei servizi.

“Il mio ringraziamento ai soci che hanno sostenuto e sostengono unitariamente questa Federazione che ha radici ben consolidate nel Sistema Confindustria ed è interlocutore di diverse Istituzioni italiane ed europee – afferma il neo presidente – Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici è stata negli anni apripista di importanti dibattiti: dai temi della concorrenza e liberalizzazioni richiamati in questi giorni anche dal Presidente Draghi, alle buone semplificazioni per il Sistema Paese. La Federazione ha anticipato nel dibattito temi oggi di grande rilevanza: è stata la prima a promuovere nel 2013 la ‘Fabbrica4.0‘, è stata incisiva nel dibattito europeo su Industry4.0, nelle interlocuzioni con il Commissario Oettinger, ha anticipato le riflessioni nel dibattito italiano che hanno poi portato al Piano Industria4.0 del Ministro Calenda. Con le forti connessioni in Europa ha promosso la costituzione di quattro Digital Innovation Hub, integrati nella rete dei DIH europei I4MS, ha fortemente sostenuto la nuova visione di Transizione4.0, orientata al software e alla valorizzazione dei beni immateriali. Con una visione dei digital market come unici veri strumenti di atterraggio e valorizzazione delle Pmi nei mercati globali, oggi promuove il rafforzamento del digitale Made in Italy in Italia e in Europa come Day1Member del progetto per il cloud europeo Gaia-x inserito nel Pnrr e fortemente sostenuto dal Ministro Colao. L’ecosistema dei servizi innovativi volti alla trasformazione digitale – conclude Berardelli – soffre però di un’eccessiva frammentazione nella rappresentanza ed oggi l’obiettivo, ambizioso ma percorribile, è quello di ricompattare la rappresentanza dei servizi innovativi e tecnologici in un’unica voce, autorevole ed incisiva”.

Il nuovo Presidente sarà affiancato da una squadra di due Vice Presidenti, Lorenzo D’Onghia, Vice Presidente con delega alla Rivoluzione Verde, Transizione ecologica e Sostenibilità e Vittoria Carli, Vice Presidente con delega alla Trasformazione digitale e all’Internazionalizzazione dei servizi, e il Consigliere Stefano Massari. Alla neoeletta squadra si affianca il Presidente del Comitato Nazionale di Coordinamento Territoriale, articolazione operativa della Federazione sui territori, Edoardo Gisolfi, Vice Presidente di diritto della Federazione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4