LE NOMINE

Garr rinnova i vertici, Maurizio Tira è il nuovo presidente

Il rettore dell’Università degli Studi di Brescia presiederà il nuovo cda nominato dall’assemblea dei soci. Massimo Bernaschi (Cnr), Marco Ciuchini (Infn), Alessandra Petrucci (Fondazione Crui), Marco Paganoni (Mur) affiancheranno il presidente uscente che resta nel Consiglio e il rappresentante Enea Silvio Migliori

09 Giu 2022
banda larga, fibra, internet1

Si rinnovano i vertici di Garr, la rete della ricerca italiana: il nuovo consiglio d’amministrazione nomina all’unanimità il rettore dell’Università di Brescia, Maurizio Tira, come presidente per il triennio 2022-2025. Vice-presidente è stato eletto all’unanimità Massimo Bernaschi del Cnr. Tira presiederà un Cda che vede l’ingresso di molti volti nuovi: Massimo Bernaschi, in rappresentanza del Cnr, Marco Ciuchini per l’Infn, Alessandra Petrucci per la Fondazione Crui, e Marco Paganoni per il Mur vanno ad affiancare il presidente uscente, che resta nel Consiglio, e il rappresentante Enea Silvio Migliori.

Il biglietto da visita di Maurizio Tira

Ingegnere civile-ambientale, il professor Tira è Ordinario di Tecnica e pianificazione urbanistica presso l’ateneo lombardo, di cui è diventato rettore nel 2016. Dal febbraio 2020 il professor Tira è Membro della Giunta della Conferenza dei Rettori delle Università italiane, con delega all’internazionalizzazione. In questa veste, fa parte del Consiglio di Amministrazione di Uni-Italia e del gruppo di lavoro dedicato alla promozione della cultura e della lingua italiana all’estero della Direzione Generale Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

WEBINAR
WEBINAR con il Prof. Mariano Corso: le opportunità del digitale per il Made in Italy di eccellenza
Blockchain
CIO

“Per me è un grande onore iniziare il mandato proprio in quest’anno così speciale in cui Garr celebra i vent’anni dell’associazione – commenta il neopresidente -. Da rettore di università, poter dare il mio contributo alla rete nazionale della ricerca è una grande responsabilità e il mio impegno costante sarà quello di portare tutta la mia esperienza a servizio di questa rete, perché possa continuare a crescere e a mantenere l’eccellenza che l’ha caratterizzata sino ad oggi e che ci è riconosciuta anche a livello internazionale”.

Sauro Longhi presidente uscente

Tira succede a Sauro Longhi, presidente Garr dal 2014. “È stata un’avventura entusiasmante far parte di GARR in questo periodo così ricco arrdi sfide – dichiara Longhi -. Abbiamo vissuto cambiamenti importanti e insieme abbiamo fatto in modo di trarne il meglio, continuando a valorizzare le specificità di Garr.  Sono orgoglioso di poter continuare a dare il mio contributo come membro del CdA e nel frattempo faccio tanti auguri di buon lavoro al nuovo presidente”.
Al nuovo presidente Tira vanno anche le congratulazioni della direzione del Garr e il benvenuto da parte di tutto lo staff.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5