Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL DISCORSO

Magistrati, il monito di Mattarella: “Usino i social con prudenza”

Il presidente della Repubblica all’inaugurazione dei corsi di formazione della scuola superiore della Magistratura: “Se non vengono utilizzati con discrezione possono offuscare la credibilità e il prestigio della funzione giudiziaria”

05 Apr 2019

A. S.

Il presidente della Repubblica lancia un avvertimento ai magistrati sull’uso dei social media: “Sono strumenti – afferma Sergio Mattarella durante la cerimonia di inaugurazione dei corsi di formazione della Scuola superiore della Magistratura a Scandicci – che se non amministrati con prudenza e discrezione, possono offuscare la credibilità e il prestigio della funzione giudiziaria”, oltre che “vulnerare il riserbo dell’azione giudiziaria”. L’uso dei social media da parte dei magistrati, avverte Mattarella è “una questione nuova, tra le più delicate”.

“La magistratura – prosegue il Capo dello Stato – non deve mai farsi suggestionare dalla pressione che può derivare dal clamore mediatico” o “dalla spinta emotiva di un presunto sentimento popolare. Le sue decisioni non devono rispondere alle opinioni” comuni e al loro ondeggiare, ma “alle leggi”, conclude.

A stretto giro è arrivato il commento del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede: “Condivido le parole del presidente Mattarella che come al solito invita i magistrati a svolgere il loro ruolo – sottolinea – che è fondamentale non solo per la giustizia ma per la nostra democrazia, con la giusta sobrietà e il giusto equilibrio”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

S
Sergio Mattarella

Approfondimenti

S
social media

Articolo 1 di 3