Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA NOMINA

Minsait, l’Ad per l’Italia Pedro Garcia a capo delle attività europee

Sarà chiamato a replicare su scala Ue i risultati di crescita ottenuti a livello nazionale. Il manager: “Vogliamo diventare uno dei player con il maggior potenziale del mercato IT e un attore centrale nel processo di trasformazione digitale”

25 Gen 2019

A. S.

Pedro Garcia è stato nominato responsabile del business di Minsait, società di Indra, per l’Europa. Il manager, a capo dell’azienda in Italia dal 2012, manterrà questo ruolo e sarà chiamato ad “accelerare la crescita del business nei Paesi europei – si legge in una nota del gruppo spagnolo –  attraverso l’implementazione della trasformazione operativa e dell’offerta promossa da Minsait”, gestendo da Roma tutte le filiali europee a eccezione della Spagna.

Minsait è il brand sotto al quale Indra, multinazionale iberica specializzata in Consulenza negli ambiti della digital transformation e delle Information technologies, ha raggruppato il proprio business IT per migliorare la capacità di operare sul mercato, orientando le attività verso le aree di maggior valore e crescita.

“Vogliamo replicare in altri paesi il successo raggiunto in Italia – afferma Garcia – dove siamo cresciuti costantemente negli ultimi anni fino a diventare uno dei player con il maggior potenziale del mercato IT e un attore centrale nel processo di trasformazione digitale”.

Con più di 30 anni di esperienza nel settore tecnologico, Garcia, classe 1965, è laureato in Ingegneria Informatica presso l’Università Politecnica di Madrid e ha un Master presso l’Iese Business School.

Sotto la sua guida, spiega l’azienda, l’Italia è diventata la principale filiale di Minsait in Europa dopo la Spagna, e negli ultimi sei anni ha triplicato il numero di professionisti aprendo nuovi centri a Bari, Torino e Cagliari, che si aggiungono alle sedi di Roma, Milano, Napoli e Matera. Solo nel 2018, l’azienda è cresciuta del 30% in Italia, trainata da importanti progetti come la digitalizzazione dei servizi dei Musei Vaticani e il Sistema Pubblico di Connettività (Spc), la grande iniziativa di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione italiana.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4