Zte, Cui Li entra nella "China's most powerful women in business"

IL RICONOSCIMENTO

Zte, Cui Li entra nella “China’s most powerful women in business – Future list”

La Chief development offcer della multinazionale cinese: “L’innovazione rivoluzionaria è fare il miglior prodotto sul mercato”. A giugno la giovane manager era stata inserita anche nella classifica di Forbes tra le 50 “women in tech” del Paese

21 Dic 2021

A. S.

L’innovazione rivoluzionaria è fare il miglior prodotto sul mercato”. Ad affermarlo è Cui Li, chief development officer di Zte, prendendo parte al forum Breakthrough Innovation Methodologydurante il Fortune China Most Powerful Women (MPW) 2021 di Shanghai. Secondo la vision di Cui Li, nominata tra le donne più potenti della Cina nel mondo degli affari, affinchè un’innovazione si possa definire rivoluzionaria, determinanti sono fattori come il tempo, il luogo e il sostegno popolare: “Il momento giusto è dato dall’ambiente sociale ed economico – afferma – il posto giusto dalle innovazioni proprie delle imprese e dal relativo supporto tecnico, infine il consenso popolare considera lo stato del mercato e il modello di business di un Paese”.

Cui Li è stata inserita nella “China’s Most Powerful Women in Business – Future List” per il suo impegno nel campo della tecnologia delle comunicazioni – si legge in una nota di Zte – e per le intuizioni innovative nel settore Ict. L’elenco, prosegue il comunicato, mira a riconoscere una nuova generazione di imprenditrici, manager e opinion leader emergenti della comunità imprenditoriale cinese.

Cui Li è entrata in Zte nel 1999, e nel 2005 è stata nominata Vice President di ZTE. Grazie alle sue competenze tecniche e all’esperienza manageriale nell’industria delle telecomunicazioni – spiega l’azienda – ricopre a oggi anche il ruolo di Chief Development Officer, concentrandosi sull’espansione strategica del business. A giugno erastata inserita da Forbes Cina tra le ” 50 Women In Tech “.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

C
Cui Li

Aziende

Z
zte

Approfondimenti

I
ict
I
innovazione
T
tlc

Articolo 1 di 5