Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

IL CASO

Apple “stacca la spina” ai vecchi iPhone: “Sì, l’aggiornamento rallenta i modelli 6 e 7”

Prestazioni peggiorate per chi ha un vecchio device della Mela con versione aggiornata del sistema operativo: la batteria non regge. Cupertino giustifica: “Proteggiamo la durata del device”. Gli esperti: “Cambiate la batteria”

21 Dic 2017

Patrizia Licata

giornalista

Apple ha ammesso che la versione più recente del suo software (iOs 11) riduce il potere di calcolo di alcuni modelli più vecchi di iPhone: in pratica, il telefono diventa più lento nelle elaborazioni computazionali più intensive per evitare il crash del device. Lo riporta il Wall Street Journal sottolineando che l’azienda di Cupertino ha pubblicamente confermato quanto già osservato da tempo sia dagli utenti degli iPhone più vecchi sia dagli analisti del settore hitech.

In particolare, la nota di Apple è arrivata due giorni dopo che John Poole, fondatore della società Geekbench, che conduce misurazioni indipendenti delle prestazioni di sistemi operativi e device elettronici, ha pubblicato un articolo spiegando come la capacità di elaborazione degli iPhone 6s e degli iPhone 7 peggiora man mano che la batteria del cellulare invecchia.

Apple ha ammesso che le performance dei suoi telefoni possono peggiorare quando la batteria non è più nuova o in specifiche condizioni, come temperature esterne molto basse o device con carica quasi terminata; ciò può anche portare il telefono a spegnersi automaticamente “per proteggere le componenti elettroniche”. Per evitare questo spegnimento automatico, Apple ha detto di aver introdotto modifiche nel nuovo sistema operativo mobile iOs 11: tali modifiche rallentano alcune operazioni dello smartphone nelle versioni iPhone 6, 6s e 7 – a scapito delle prestazioni per l’utente, come segnalato già l’anno scorso da alcune associazioni dei consumatori in Cina, ma per Apple si tratta di “prolungare la vita del device nell’interesse dell’utente”.

Cupertino dovrà tuttavia fare di meglio per giustificarsi di fronte ai suoi clienti, che da anni si lamentano del fatto che gli iPhone “diventano lenti” quando viene aggiornato il sistema operativo. Uno studio di Ubs conferma: durata della batteria e velocità di calcolo sono le caratteristiche principali per la scelta di uno smartphone. Apple afferma che l’aggiornamento software peggiora le prestazioni della batteria solo per qualche giorno, poi la durata torna nella norma. Ma Poole consiglia a chi ha un iPhone vecchio con software nuovo di cambiare la batteria.

@RIPRODUZIONE RISERVATA