Apple svela il Watch 6 e apre al "grande" pubblico: acquistabile anche senza iPhone - CorCom

TECH ZONE

Apple svela il Watch 6 e apre al “grande” pubblico: acquistabile anche senza iPhone

Da “accessorio” del Melafonino lo smartwatch diventa un device a sé. Presentata anche l’ultima generazione di iPad e a una gamma inedita di servizi in abbonamento

16 Set 2020

Domenico Aliperto

Come ipotizzato dalle indiscrezioni dei giorni scorsi, gli appassionati dei prodotti Apple dovranno attendere ancora qualche settimana per scoprire l’iPhone 12, mentre è stata svelata la nuova gamma di smartwatch, l’Apple Watch 6, con una novità decisiva: il dispositivo non sarà più necessariamente un un accessorio del telefono di Cupertino, ma potrà essere utilizzato anche come device stand alone. Protagonista dell’Apple Event 2020, che si è tenuto ieri rigorosamente online, anche il nuovo iPad, oltre a una serie di nuovi servizi.

Il debutto del nuovo Melafonino, secondo gli ultimi rumour, dovrebbe essere programmato tra ottobre e novembre, sempre che non emergano nuovi intoppi come quelli che hanno finora ritardato la produzione di alcune componenti fondamentali, come i sensori della fotocamera. Tim Cook, aprendo l’evento in streaming, ha dichiarato che “sappiamo che la vita non sarà sempre così e aspettiamo giorni migliori”.

Le novità presentate sul fronte dell’hardware e dei servizi

La Serie 6 dell’Apple Watch è dotata di un processore più veloce del 20% rispetto alla generazione precedente. I nuovi dispositivi sono in grado di misurare i livelli di ossigeno nel sangue e di rilevare automaticamente il lavaggio delle mani, oltre a essere muniti di un display Retina always-in 2,5 volte più potente della serie 5. La nuova collezione si presenta anche più colorata e disponibile con tre nuovi stili di cinturini, incluso l’ultraleggero Solo Loop con design allungabile e uniforme.

Per competere con rivali come Fitbit, Apple lancia anche l’Apple Watch Se, che racchiude le funzione essenziali dell’orologio di Cupertino ma è disponibile a un prezzo più accessibile, 309 euro, mentre i nuovi Apple Watch Serie 6 partono da 439 euro.

Come accennato, alcune configurazioni dell’Apple Watch avranno una funzione chiamata Family Setup, pensata per i bambini e per gli anziani che non hanno un iPhone ma desiderano un modo semplice per effettuare chiamate, inviare messaggi e condividere la posizione Gps con i membri della famiglia. Richiede un amministratore domestico con un iPhone, ma una volta configurato, l’orologio riceverà il proprio numero di telefono e sarà in grado di inviare e ricevere messaggi e chiamate senza iPhone collegato.

Apple ha poi introdotto l’ottava generazione di iPad, dotata del chip A12 Bionic e disponibile dal 18 settembre, e l’iPad Air più potente di sempre, con nuovo design all-screen, un nuovo sensore Touch Id integrato al pulsante superiore e aggiornamenti per fotocamera e audio.

Infine lo spazio è stato riservato a nuovi servizi e applicazioni, come Fitness+ per i Watch, offerta in abbonamento a partire da 9,99 dollari al mese. A proposito di abbonamenti Apple ha deciso di integrare per la prima volta tutti i suoi servizi di sottoscrizione in un’offerta chiamata Apple One: pagando un fisso al mese si potrà accedere ad Apple Music, Apple TV+, Apple Arcade e a 50 giga di iCloud. Particolarmente atteso da Wall Street, che le vede come un mezzo per rafforzare la macchina dei ricavi di Cupertino, Apple One ha un prezzo di base di 14.95 dollari al mese, e per le famiglie il prezzo sale a 19,95 dollari. L’abbonamento premium ha invece un costo mensile di 29,95 dollari e include anche Apple News+, Apple Fitness + oltre a 2 Tb di storage iCloud. Il modello di abbonamenti ricalca quello introdotto da Amazon con il programma Prime, che unisce le consegne gratuite con i video in streaming e altri servizi in un abbonamento annuale o mensile.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

A
apple

Approfondimenti

I
iPhone
N
novità
P
presentazione
S
smart watch

Articolo 1 di 5