Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA TRIMESTRALE

Blackberry batte le stime sugli utili. Il ceo John Chen: “Il rilancio funziona”

Nei tre mesi terminati il 28 febbraio l’azienda canadese ha registrato profitti per share di 5 centesimi di dollaro. Il traino è il business legato a software e servizi. Migliora la perdita operativa. Siglati nuovi contratti con Microsoft e Baidu

28 Mar 2018

Patrizia Licata

giornalista

Blackberry batte le stime degli analisti sugli utili  per il quarto trimestre fiscale e guarda con ottimismo ai risultati dell’anno intero. Nei tre mesi terminati il 28 febbraio l’azienda canadese ha registrato utili per share di 5 centesimi di dollaro, contro il break even previsto dagli analisti, e migliorato il margine lordo portandolo al 76% del fatturato, contro il 60,1% di un anno prima.

“La nostra strategia sta funzionando”, ha commentato il Ceo John Chen riportando in conference call con gli analisti. E ora l’azienda si aspetta per l’anno intero una crescita a due cifre del business più redditizio, quello legato a software e servizi – un annuncio che ha fatto salire del 5% il valore del titolo a Wall Street nelle vendite premarket.

Blackberry ha dovuto reinventare il suo business dopo che i suoi cellulari con la caratteristica tastiera fisica sono stati abbandonati a favore dei modelli touch Apple e Android. Oggi il gruppo canadese si concentra sulle soluzioni software per la protezione di applicazioni e dati che risiedono sui terminali mobili.

Nel quarto trimestre fiscale 2018 il fatturato di Blackberry è in calo del 18,5% a 233 milioni di dollari, ma anche la perdita operativa si è ristretta a 17 milioni. Nel quarto trimestre fiscale Blackberry contava circa 3.500 ordini di clienti aziendali; le entrate derivanti dal business dei servizi e dei software aziendali ammontano a 212 milioni di dollari e circa il 70% di queste revenues sono “ricorrenti” (escluse le licenze Ip).

A inizio mese il Cda ha esteso il contratto di Chen e annunciato due importanti contratti nella sicurezza software, uno con Jaguar Land Rover e l’altro con Microsoft, e accordi relativi al sistema operativo Blackberry QNX con Baidu e Nvidia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5