Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SMARTPHONE

Tracollo di Apple in Cina: le vendite degli iPhone giù del 20%

Il quarto trimestre 2018 si chiude con performance in netto ribasso mentre Huawei cresce del 23,3%. La Mela al quarto posto in classifica

12 Feb 2019

Mila Fiordalisi

Direttore

Si fa duro il business di Apple in Cina. Nel quarto trimestre 2018, segnala Idc, le vendite degli iPhone sono letteralmente crollate, in percentuale del 20%. Una performance che ha costretto la Mela a rivedere al ribasso gli outlook per l’anno in corso. E la notizia assume toni ancor più allarmanti se si considera che il mercato cinese degli smartphone è il più grande al mondo.

Vero è che la flessione si è fatta sentire in tutto il mercato: da ottobre a dicembre 2018 nel Paese sono stati commercializzati 103,3 milioni di smartphone, il 9,7% in meno rispetto allo stesso periodo del 2017. Ma Apple ha perso il doppio rispetto alla performance del mercato, con -19,9% delle vendite pari a 11,8 milioni di iPhone, e il quarto posto in classifica. Secondo gli analisti di Idc a pesare “lo squilibrio tra le condizioni severe del mercato cinese e gli alti prezzi dell’iPhone”. In pole position resta Huawei che peraltro cresce del 23,3% con 30 milioni di smartphone venduti. A seguire Oppo, in crescita dell’1,5% a 20,3 milioni di smartphone, e Vivo, in aumento del 3,1% a 19,4 milioni di dispositivi. Al quinto posto, dopo Apple, si piazza Xiaomi, che perde ancor più della Mela: -34,9%, a quota 10,3 milioni di telefoni.

La battuta d’arresto del mercato degli smartphone si registra anche oltre i confini cinesi: nel 2018 si è registrata la prima flessione dalla nascita dell’iPhone, 10 anni fa. Le consegne sono infatti diminuite lo scorso anno del 5%, con un -6% nell’ultimo trimestre, passando dagli 1,51 miliardi di pezzi venduti nel 2017 agli 1,43 miliardi dell’anno appena trascorso.

A rilevarlo è Strategy analytics nel suo ultimo report, da cui emerge che a causare il rallentamento abbiamo contribuito le condizioni generali del mercato, la mancanza di prodotti particolarmente innovativi e il ritmo di sostituzione dei device, che ha iniziato ad allungarsi, probabilmente anche a causa della politica di prezzi adottata dai produttori più importanti. A guidare il ranking dei produttori rimane Samsung, seguita da Apple e da Huawei.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3