XBox, in Italia le nuove console Series X e S: in vendita da 299,99 euro

IL LANCIO

XBox, in Italia le nuove console Series X e S: in vendita da 299,99 euro

Debuttano i nuovi dispositivi per il gaming di casa Microsoft in vendita anche sullo store online. La versione “premium” a 499,99 euro

10 Nov 2020

Domenico Aliperto

Sono disponibili oggi in Italia, come nel resto del mondo, le nuove console di Microsoft. L’Xbox Series X e l’Xbox Series S si possono acquistare rispettivamente al prezzo di 499,99 euro e 299,99 euro sul Microsoft Store, oltre che presso i principali rivenditori e negozi specializzati.

Le caratteristiche delle due console

Xbox Series X è la console Microsoft più veloce e più potente di sempre: include una Cpu 8 core Zen 2, in grado di garantire una elevata potenza di calcolo, e racchiude 12 teraflop di Gpu, con livelli di fedeltà visiva ai massimi livelli che garantiscono un’esperienza immersiva con i giochi in 4K nativi e capacità fino a 8K. “Abbinata alla memoria Gddr6 con la larghezza di banda più elevata di qualsiasi console di nuova generazione, Xbox Series X offre agli sviluppatori enormi possibilità per esprimere la propria creatività”, comunica l’azienda.

Grazie alla Cpu 8 core Zen 2, Xbox Series S garantisce invece velocità e performance da console di nuova generazione all’interno dell’hardware più piccolo mai progettato da Xbox, a un prezzo accessibile. “Xbox Series S offre prestazioni innovative, mondi più dinamici, tempi di caricamento più rapidi ed è stata progettata per far girare i giochi a 1440p fino a 60Fps”, spiega Microsoft. La console è simile a Xbox Series X in termini di performance I/O e di Cpu, consentendo agli sviluppatori la possibilità di fornire le stesse prestazioni di Xbox Series X, eseguendo il rendering a una risoluzione inferiore”.

Lo scenario economico e competitivo

Si tratta della prima volta che Microsoft ha lanciato la sua console di gioco a livello globale lo stesso giorno, e Reuters sottolinea che la società ha affermato di aver visto un aumento di preordini in vari mercati. Sebbene la fornitura iniziale di preordini sia andata rapidamente esaurita, Microsoft aveva assicurato che ulteriori stock sarebbero stati disponibili al momento del lancio. “Ci sono stati alcuni problemi iniziali della catena di fornitura nel primo e nel secondo trimestre a causa della chiusura degli stabilimenti di produzione cinesi determinati dall’emergenza coronavirus, ma da allora sono tornati a funzionare normalmente”, ha confermato l’analista Maurice Klaehne della società di ricerca Counterpoint.

Xbox competerà con la PlayStation 5 di Sony, il cui lancio è previsto per giovedì. La Ps5 è generalmente considerata come punto di riferimento nella corsa all’evoluzione delle console grazie alla sua base di fan più ampia e a una gamma molto estesa di titoli di gioco esclusivi disponibili al momento del lancio. Ma la nuova strategia di Microsoft, in prospettiva, offre ai consumatori una scelta maggiore, sebbene al momento la compatta Serie S sia criticata per essere meno potente della Serie X, con meno capacità di archiviazione e priva di grafica avanzata “ray tracing” per titoli come “Devil May Cry 5” di Capcom. E non bisogna dimenticare che mancano ancora all’appello killer application, come l’ultimo titolo dedicato alla saga di “Halo”, serie di punta di Xbox, rimandato al prossimo anno sempre in seguito agli sviluppi legati alla pandemia. Una situazione che con ogni probabilità è destinata a prolungarsi: “Ogni studio si trova ad affrontare sfide e vincoli unici a seconda della sua particolare ubicazione, e molti dei nostri partner di sviluppo esterni in tutto il mondo sono interessati in modo simile”, ha commentato Ryan Cameron, direttore di Xbox, Emea.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5