Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL BILANCIO

3 Italia: crescono clienti e redditività, stabili gli utili

Nel 2013 gli utenti sono cresciuti del 2% rispetto al 2012. Ebitda a +6% e profitti a 0,3 milioni. Boom dei ricavi da Internet mobile (+22%)

28 Feb 2014

F.Me.

3 Italia chiude il 2013 con 9,7 milioni di clienti, in crescita del 2% rispetto al 2012. I clienti ad alto valore rappresentano il 48% del totale (erano il 46% l’anno precedente) mentre crescono del 40% i clienti in rete con smartphone e tablet. Continua infatti la crescita a doppia cifra del traffico dati (+42%) e dei ricavi da Internet mobile (+22%), così come quella del traffico voce (+27%).

I ricavi complessivi si attestano a 1,75 miliardi di euro, in calo dell’11% per effetto del taglio delle tariffe di terminazione mobile. Al netto di tale effetto i ricavi crescono invece del 3% rispetto al 2012, meglio della media del settore. Gli utili operativi si attestano su 0,3 milioni di euro, in linea con il 2012 (0,5 milioni).

L’Ebitda raggiunge quota 279 milioni di euro, in crescita del 6% nonostante l’elevata competitività del mercato. Tale miglioramento è principalmete legato alla crescita del margine da servizi dovuta all’aumento della base clienti attivi (+16%) e alla riduzione dei costi di acquisizione clienti (CACs, al netto dei ricavi da terminali). L’Ebit si attesta a 0,3 milioni di euro, in linea con il valore del 2012 (0,5 milioni).

Nel periodo di riferimento 3 Italia ha continuato a investire per potenziare ulteriormente la propria rete e dare il suo contributo alla riduzione del digital divide e allo sviluppo del Paese. L’investimento in innovazione ha infatti permesso a “3” di estendere la propria rete Internet veloce al 95% della popolazione, di stabilire un primato italiano sul fronte dei servizi Hspa a 42 mega, collegando l’85% degli italiani in 4300 città, e di attivare i servizi 4G-Lte a 100 mega in 88 città e località turistiche.

Commercialmente, 3 Italia ha rivolto la sua attenzione principalmente al mercato delle pre-pagate, ai servizi di connettività integrata e alle offerte legate alla Mnp (Mobile Number Portability). A febbraio 2013, “3” ha lanciato i piani All-In Ricaricabili, estendendo i vantaggi degli Abbonamenti all-inclusive al mondo pre-pagato. L’azienda ha poi confermato il suo impegno alla diffusione dei servizi in banda larga mobile a prezzi competitivi e accessibili a tutti rinnovando “Internet a Casa”, l’offerta di servizi integrati orientati alla connettivita’ sia a casa, sia in mobilita’, che ha permesso di servire il bisogno di connettivita’ in modo semplice, economico e immediato.

“Complessivamente – si rileva in una nota – questa strategia ha riscosso successo e ha consentito a 3 Italia di confermare la leadership nella Mnp con la performance migliore del mercato: “3” ha registrato infatti piu’ di 1 milione di acquisizioni nette con Mnp, il doppio di quelle fatte nel 2012, a indicazione dell’efficacia della strategia commerciale e della competitivita’ di “3” rispetto al mercato”.

Per quanto riguarda il Gruppo 3 Europe, la base clienti nel 2013 è cresciuta del 13% ed attualmente si attesta a quota 26,6 milioni. Il Gruppo 3 Europe ha totalizzato ricavi per 61,976 miliardi di dollari di Hong Kong (pari a 5,82 miliardi di euro), in crescita del 6% rispetto all’anno precedente. Ebitda ed Ebit sono cresciuti del 38% e del 54% rispettivamente a 12,671 miliardi di dollari di Hong Kong (1,2 miliardi di euro) il primo e a 4,856 miliardi di Hong Kong (456 milioni di euro) il secondo.

Nel corso dell’anno, il Gruppo ha raggiunto un altro importante traguardo, registrando un Ebitda-Capex positivo. Questa performance riflette la forte posizione del Gruppo nel mercato degli smartphone e dei dati in mobilità, il maggior contributo fornito da 3 Austria derivante dal completamento del processo di acquisizione di Orange Austria nel gennaio 2013, oltre che un’oculata gestione delle spese operative e di quelle in conto capitale.

Lo scorso giugno, 3 Irlanda ha siglato un accordo con Telefonica per l’acquisizione di O2, operatore mobile di Telefonica in Irlanda, per 780 milioni di euro, con un pagamento differito aggiuntivo di 70 milioni da corrispondere al raggiungimento di obiettivi finanziari concordati. Il completamento dell’operazione, soggetta ad approvazione dell’Autorità Regolamentare, è previsto nel secondo trimestre del 2014.

Il Gruppo 3 Europe ha poi completato le acquisizioni di spettro necessarie per i servizi 4G-Lte che continuerà ad implementare nei suoi principali mercati anche nel corso del 2014. Lo scorso anno il Gruppo ha anche completato il passaggio di tutta la base clienti ad un modello di business non più basato sul sussidio dei terminali. Inoltre, i regimi di terminazione mobile in Europa si sono decisamente stabilizzati.

Di conseguenza, anche grazie alla qualità delle infrastrutture di rete e alla competitività dei servizi offerti, unitamente alla migliore struttura di costi del settore, si ritiene che il Gruppo 3 Europe possa continuiare ad aumentare il suo contributo ai risultati di Hutchison Whampoa nel 2014.

Argomenti trattati

Approfondimenti

2
2013
3
3 italia

Articolo 1 di 4