L'INTESA

5G, tecnologia Ericsson per la rete standalone di WindTre

L’accordo pluriennale tra le due aziende consentirà alla telco di sviluppare una piattaforma in grado di offrire nuovi servizi ai consumatori e dare vita a use case avanzati, con modelli di business innovativi

28 Lug 2022

Domenico Aliperto

5g-1

Ericsson è stata scelta da WindTre per implementare la Core 5G Standalone cloud-native dual-mode dell’operatore. L’accordo consentirà all’operatore di sviluppare una piattaforma in grado di offrire nuovi servizi ai consumatori e dare vita a use case avanzati, con modelli di business innovativi. È lo stesso gruppo svedese a comunicarlo con una nota.

I dettagli dell’accordo

Il passaggio al 5G Standalone è una tappa cruciale nella continua espansione dell’infrastruttura 5G di WindTre, si legge nel documento. Il nuovo standard consentirà all’azienda di realizzare la rete del futuro, caratterizzata da gigabit connectivity, latenza estremamente bassa, slicing della rete e capacità di gestione dei dati molto elevata.

WEBINAR
21 Settembre 2022 - 12:00
Nuovi vantaggi per marketing e retail: ANALIZZA interessi e abitudini dei clienti e resta competivo
Fashion
Marketing

La nuova intesa affonda le radici nella partnership siglata ad aprile 2018, quando Ericsson e WindTre hanno definito i piani per l’architettura, l’implementazione e i progetti operativi della rete 5G Core cloud-native di prossima generazione.

L’accordo pluriennale vedrà WindTre portare i suoi servizi 4G, 5G Non-standalone e 5G Standalone in una Core 5G dual-mode che combina le funzioni di rete Evolved Packet Core e 5G Core in una piattaforma comune di tipo cloud-native. La nuova infrastruttura garantisce un Total Cost of Ownership efficiente e una migrazione controllata al 5G, che sarà ospitata da un’infrastruttura cloud full stack di Ericsson.

L’intesa comprende anche il supporto end-to-end, che include i servizi di orchestrazione e automazione come base per l’introduzione di soluzioni di network slicing e di comunicazioni ultra-affidabili e a bassa latenza . L’integrazione con i sistemi Oss e Bss di WindTre, compresi i sistemi di provisioning, mediazione e tariffazione di Ericsson, consentirà il lancio e la monetizzazione di nuovi servizi abilitati dal 5G, aperti anche a partner esterni, in modo più rapido ed efficiente.

Il valore strategico del 5G per WindTre

“Il 5G è una pietra miliare della nostra strategia di rete”, afferma in una nota Benoit Hanssen, amministratore delegato di WindTre. “Con il 5G Standalone saremo in grado di sviluppare ulteriormente il nostro business, continua il Ceo, con il lancio di un’ampia gamma di servizi evoluti a vantaggio dei partner aziendali e a supporto dei clienti WindTre. La nuova tecnologia sarà cruciale per accompagnare il Paese nel percorso di trasformazione digitale e sostenibile, anche nella cornice del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Servizi avanzati come l’IoT garantiranno, infatti, molteplici vantaggi in termini di efficienza e di sostenibilità”.

Emanuele Iannetti, Head of Ericsson Italy and South East Mediterranean, aggiunge: “Con latenze, velocità, flessibilità e livelli di sicurezza senza precedenti, il 5G Standalone porterà enormi vantaggi sia ai consumatori che alle imprese, aprendo la strada a servizi evoluti quali Fwa e cloud gaming e a soluzioni che rivoluzioneranno i processi produttivi”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
ericsson
W
WindTre

Approfondimenti

5
5g
R
rete
S
standalone

Articolo 1 di 5