ERICSSON MOBILITY REPORT

5G al potere mondiale nel 2027. Boom del traffico dati: +42% rispetto a un anno fa

Cambia la natura delle connessioni mobili: l’IoT broadband ha superato il 2G/3G. Corre l’Fwa: si passerà da 88 milioni di fine 2021 a 230 milioni in sei anni. Fredrik Jejdling: ”Le reti mobili saranno più che mai parte integrante del nostro modo di interagire, vivere e lavorare”

30 Nov 2021

Mila Fiordalisi

Direttore

da fare

Il 5G è sulla buona strada per diventare la tecnologia mobile dominante entro il 2027, anno in cui dovrebbe rappresentare circa il 50% degli abbonamenti mobili in tutto il mondo (4,4 miliardi), coprendo il 75% della popolazione e e trasportando il 62% del traffico globale generato dagli smartphone. Questa la stima messa nero su bianco nella nuova edizione del Ericsson Mobility Report, edizione speciale del decennale (SCARICA QUI IL REPORT). E il report fa infatti il punto di cosa sia cambiato negli ultimi 10 anni: il traffico dati su reti mobili è aumentato di circa 300 volte dal 2011 e quello generato nel terzo trimestre di quest’anno – +42% rispetto al 2020 – vale da solo quello prodotto fino alla fine del 2016 raggiungendo i 78EB, compreso il traffico generato dai servizi Fixed Wireless Access. Le nuove previsioni rivelano che il traffico dati totale da mobile raggiungerà probabilmente 370EB entro la fine del 2027. 5,5 miliardi gli utenti di smartphone in più dal 2011, ossia da quando si è aperta l’era del 4G; sul mercato oltre 20.000 diversi modelli di dispositivi.

Ma il report guarda avanti e parte dai numeri attesi per la fine di quest’anno proriettandosi al 2027. A fine 2021 ci saranno quasi 660 milioni di abbonamenti 5G, in aumento a seguito dell’accresciuta domanda in Cina e nel Nord America, dovuta in parte alla diminuzione dei prezzi dei dispositivi 5G. Nel terzo trimestre 2021, c’è stato anche un aumento netto di 98 milioni di abbonamenti 5G a livello globale, rispetto ai 48 milioni di nuovi abbonamenti 4G. Alla fine del 2021, si stima che le reti 5G forniranno copertura a più di due miliardi di persone.  Nello stesso periodo analizzato, le connessioni Fwa dovrebbero crescere di quasi tre volte: da 88 milioni alla fine del 2021, a circa 230 milioni nel 2027. Quasi la metà di queste connessioni si baseranno su reti 5G.

Il report di Ericsson evidenzia un ciclo di vita tecnologico molto più rapido dei dispositivi 5G, con i terminali di quinta generazione che oggi rappresentano il 23% dei volumi globali, rispetto all’8% dei terminali 4G nello stesso arco temporale.

“La comunicazione mobile ha avuto un impatto incredibile sulla società e sul business negli ultimi dieci anni. Quando guardiamo al 2027, le reti mobili saranno più che mai parte integrante del nostro modo di interagire, vivere e lavorare. Il nostro ultimo Ericsson Mobility Report mostra che il ritmo del cambiamento sta accelerando e la tecnologia gioca un ruolo cruciale”, commenta Fredrik Jejdling, Executive Vice President e Head of Networks di Ericsson.

Il report di Ericsson rivela anche che la natura delle connessioni mobili sta cambiando rapidamente, contribuendo al continuo aumento del traffico dati da mobile. L’IoT Broadband ha ora superato il 2G/3G come la tecnologia che collega la maggior parte delle applicazioni IoT. Si prevede che rappresenterà il 47% di tutte le connessioni IoT cellulari entro la fine del 2021, rispetto al 37% del 2G/3G e al 16% delle tecnologie Massive IoT (NB-IoT e Cat-M). Le nuove previsioni confermano la rapida crescita delle implementazioni di tipo “massive IoT”, che abbracciano casi d’uso come i wearable per la e-health, il tracciamento delle logistica, il monitoraggio ambientale, i contatori intelligenti e i dispositivi intelligenti per lo smart manufacturing. Si prevede che le implementazioni di tipo “massive IoT” rappresenteranno il 51% di tutte le connessioni IoT cellulari entro il 2027.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

E
ericsson

Approfondimenti

5
5g
F
fwa
I
IoT

Articolo 1 di 5