Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L’ALLEANZA

5G, asse Fastweb-Cisco per potenziare la rete in fibra

Si rafforza la collaborazione con l’obiettivo di dare vita a un’infrastruttura dinamica, scalabile, sostenibile e a elevate prestazioni grazie all’automazione e al network slicing. Andrea Lasagna: “Così miglioriamo la precisione e riduciamo i tempi per il lancio di prodotti e servizi”

28 Feb 2019

A. S.

Potenziare le funzionalità e le performance dell’infrastruttura di rete in fibra ottica, rispondendo così alla richiesta sempre crescente di fruizione di video e applicazioni aziendali Vpn in banda ultralarga, oltre che in vista del traffico dati abilitato dal 5G. E’ l’obiettivo della nuova partnership siglata a Fastweb e Cisco, che rafforzano la loro collaborazione per creare una infrastruttura di rete dinamica, scalabile, sostenibile e dalle elevate prestazioni, introducendo meccanismi avanzati di automazione “in grado – spiega l’operatore – di abilitare differenti network slices, “fette” di rete virtuali funzionali all’adozione delle future applicazioni basate sulla tecnologia 5G”.

Un’innovazione che sarà possibile utilizzando l’IpoDwdm (IP overdense multiplexing wawelenght-division), tecnologia sviluppata da Cisco che offre un servizio a banda larga con l’infrastruttura che sarà in grado di adattarsi per gestire dinamicamente i dati tra gli utenti e le piattaforme di servizi attraverso la rete, in base alle funzionalità e alle esigenze di ciascun servizio specifico, ottimizzando il traffico dati di rete e la disponibilità delle risorse di banda. Il software Network Service Orchestrator di Cisco permetterà inoltre di gestire l’evoluzione della rete di Fastweb, grazie alle funzionalità di automazione e orchestrazione che consentono di creare, riconfigurare e riallocare i servizi stessi.

“Uno dei principali vantaggi del nostro nuovo network è l’automatizzazione della configurazione dei servizi – afferma Andrea Lasagna, Cto di Fastweb – Questo ci permetterà di ridurre i tempi per il lancio di nuovi prodotti e servizi, ma anche di migliorarne la precisione. Questa soluzione ci consentirà inoltre di ampliare il nostro portfolio di servizi wholesale ad altri fornitori del mercato italiano”.

“Con il nostro software, il network di Fastweb offre una soluzione in grado di soddisfare la crescente domanda di banda larga da parte dei clienti business e consumer a livello metropolitano e nazionale – aggiunge Giorgio Pignataro, sales director South Europe, service provider media and broadcaster di Cisco – L’operatore tlc si trova ora in una posizione ideale per beneficiare delle opportunità che saranno attivate dai servizi ad altissima velocità a banda ultra larga e 5G.”

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5