STRATEGIE

5G, il nuovo piano della Cina: sostegno alle telco per le reti standalone

Il governo di Pechino aiuterà gli operatori ad espandere la copertura e la capacità della rete che permette ai dispositivi di connettersi ai ripetitori di nuova generazione senza passare dal 4G

24 Mar 2020

F. Me.

La Cina spinge sul 5G. Il governo aiuterà gli operatori delle telecomunicazioni a espandere la copertura e la capacità della rete 5G standalone (SA), che permette ai dispositivi abilitati di connettersi solamente ai ripetitori per la rete di nuova generazione (senza passare dal 4G). L’annuncio è del ministero dell’Industria e delle Tecnologie dell’Informazione di Pechino.

Il 5G standalone, la “vera” rete di nuova generazione con al centro l’infrastruttura 5G, sfrutta appieno i nuovi canali mobili dall’elevata capacità di trasmissione, le comunicazioni a bassa latenza, il massiccio ricorso all’IoT e la segmentazione della rete. Allo stesso modo, ha fatto sapere il minister, le imprese di telecomunicazioni dovrebbero ulteriormente ottimizzare i processi operativi di approvvigionamento delle apparecchiature, di progettazione, distribuzione e costruzione delle infrastrutture cogliendo le occasioni offerte da questo periodo di rilancio per mitigare l’impatto dell’epidemia sull’economia.

La Cina svilupperà inoltre nuovi modelli di consumo, accelererà la migrazione di rete verso il 5G e promuoverà l’integrazione di questa nuova tecnologia in ambito sanitario, nell’industria 4.0 e con le case automobilistiche.

Il report Gsma

Secono uno studio Gsma la Cina continua ad avere un ruolo centrale nello sviluppo delle reti di telefonia mobile di quinta generazione. Gli investimenti e il gradimento dei consumatori lo dimostrano, secondo una serie di rapporti pubblicati dalla Gsma. Entro cinque anni nel Paese ci saranno 807 milioni di abbonati al 5G.

WEBINAR
Il 5G asse dei territori: così l’Italia colmerà il digital divide
Telco

Il 2019 è stato l’anno chiave per il settore della telefonia mobile cinese. Il Paese è stato uno dei primissimi a lanciare i servizi 5G. E la Cina ha cementato la sua posizione come leader planetario della telefonia mobile di quinta generazione grazie agli investimenti delle telco e allo sviluppo dei servizi 5G, oltre al crescente apprezzamento del pubblico.

A livello mondiale non vengono apprezzati i benefici del 5G che non riguardino i guadagni di velocità, come ad esempio il network slicing, l’edge computing e i servizi a bassissima latenza. Invece la Cina è chiaramente una eccezione, da questo punto di vista. Le prime partnership e sperimentazioni fatte dagli operatori locali stanno pagando, come è dimostrato anche dalla crescita dell’utilizzo del 5G anche da parte delle imprese cinesi. E le telco locali stanno guidando la trasformazione digitale che utilizza il 5G di terra, che moltiplica i benefici per le singole aziende.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

5
5g
C
cina

Articolo 1 di 4