BANDA ULTRALARGA MOBILE

5G, la velocità aumenta a fronte di reti 4G “solide”. Germania e Uk battono l’Italia

Le rilevazioni di Opensignal: l’uso combinato dello spettro consente un potenziale elevato sul fronte delle performance. La quarta generazione mobile fondamentale per sostenere lo sviluppo e la capacità dei nuovi network

03 Set 2021

Mi Fio

new

L’uso del 5G in mix con il 4G sta dimostrando ottimi risultati sul fronte della capacità di banda, ma l’Italia non registra velocità di connessione al pari di Germania e Regno Unito. È quanto emerge dalle rilevazioni di Opensignal che ha analizzato l’impatto di diverse quantità di spettro 5G e 4G sull’esperienza mobile 5G complessiva degli utenti. “Sorprendentemente la nostra ricerca mostra che gli utenti in Germania, Italia e Regno Unito hanno registrato velocità di download medie 5G significativamente più elevate quando a fronte dell’uso di spettro aggiuntivo 4G”, si legge nel report.

Le prime reti 5G si affidano molto al 4G utilizzando la tecnologia di accesso Nsa (not stand alone). Con l’Nsa uno smartphone deve connettersi ad almeno una banda 4G. In pratica, uno smartphone si connetterà spesso a più bande 4G insieme al 5G e la capacità 4G contribuisce alla velocità complessiva del 5G. La disponibilità di larghezze di banda più elevate dello spettro 4G è essenziale per la prossima generazione di reti mobili. Quando uno smartphone si connette a più frequenze dello spettro, o portanti, contemporaneamente viene chiamato Carrier Aggregation (CA).

In Italia, abbiamo notato un aumento della velocità media di download 5G sperimentata dagli utenti Opensignal quando è stata utilizzata più larghezza di banda 4G. Aumenti che però non sono stati così sostanziali come nel caso della Germania o del Regno Unito”.

Con un blocco continuo di 20 MHz dello spettro 5G nella banda 3,7 GHz e un ulteriore 5-20 MHz di larghezza di banda 4G utilizzata, gli utenti in Italia hanno registrato una velocità media di download 5G di 46,5 Mbps. Tuttavia, un ulteriore 40 MHz di larghezza di banda 4G (45-60 MHz) ha contribuito a raddoppiare le velocità del 108,8%, fino a 97,1 Mbps.

“Quando abbiamo esaminato un blocco di spettro 5G continuo di 40 MHz nell’intervallo dello spettro 3600-3800 MHz, abbiamo osservato velocità di download 5G medie di 86,2 Mbps quando è stata utilizzata una larghezza di banda 4G aggiuntiva di 45-60 MHz. Con almeno due vettori aggiuntivi (o 40 MHz) di larghezza di banda 4G, ciò ha portato la velocità media 5G degli utenti a 107,9 Mbps – un aumento del 25,2% – con il blocco delle stesse dimensioni di 40 MHz di larghezza di banda 5G utilizzato”.

L’analisi mostra che con la tecnologia Carrier Aggregation l’uso delle bande 4G da parte degli smartphone aiuta a migliorare la velocità media di download 5G, soprattutto in Germania e Regno Unito, e in misura minore in Italia.

“Gli operatori che desiderano offrire un’esperienza mobile 5G di alta qualità devono anche garantire che la loro base di rete 4G sia solida. L’aggregazione dei vettori aumenterà di importanza con le imminenti implementazioni del 5G, facilitando l’estensione della copertura 5G e l’aumento della capacità della rete”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

O
opensignal

Approfondimenti

4
4G
5
5g
V
velocità 5g

Articolo 1 di 4