Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

RICERCA

5G, l’innovazione di Ericsson passa dall’hub di Pagani

Attivo da quasi 30 anni, il centro in provincia di Salerno rappresenta con i suoi oltre 260 ricercatori un’eccellenza su scala internazionale per l’R&D. E adesso si punta allo sviluppo di soluzioni per la quinta generazione mobile

05 Ago 2019

A. S.

Un centro in cui si realizzano alcune delle soluzioni più importanti per  lo sviluppo del 5G e per l’evoluzione delle più moderne soluzioni software utilizzate dagli operatori di telefonia mobile in Italia e nel mondo. Attivo ormai da 29 anni, il sito Ericsson di Pagani, in provincia di Salerno, occupa circa 260 ricercatori e ha saputo conquistarsi nel tempo un ruolo di primo piano su scala internazionale sulle tecnologie di archiviazione dei dati, sistemi di commutazione, sicurezza delle reti e tecnologie cloud e di virtualizzazione. 

Proprio nei giorni scorsi l’azienda ha aperto le porte del proprio centro di R&D a una delegazione di parlamentari, per dare visibilità alle attività in corso e ai programmi di collaborazione con gli atenei di Napoli e Salerno, con le startup e le realtà industriali del territorio, grazie all’istituzione dell’Innovation Garage per l’incubazione di idee e progetti innovativi.

“È per noi un onore poter vantare un centro d’eccellenza mondiale come quello di Pagani- ha detto accogliendo i deputati Emanuele Iannetti, amministratore delegato di Ericsson in Italia – È importante poter raccontare il lavoro, l’impegno e gli investimenti concreti messi in campo ogni giorno per rendere l’innovazione accessibile e sicura. Ericsson è in prima linea nello sviluppo di tecnologie all’avanguardia, come il 5G, per accompagnare il Paese verso una maggiore digitalizzazione”.

“Su 23 centri di Ricerca e Sviluppo di Ericsson in Europa, ben tre sono nel nostro Paese. La Ricerca e Sviluppo di Ericsson in Italia vanta una storia lunga 41 anni, fatta di successi, record mondiali e brevetti, a cui i ricercatori di Pagani hanno contribuito in modo significativo – aggiunge Alessandro Pane, Direttore R&S di Ericsson in Italia – L’Italia è un fiore all’occhiello della ricerca mondiale di Ericsson e riveste un ruolo di primo piano per lo sviluppo del 5G”.

In Italia, dove è presente dal 1918, Ericsson conta tra le sue fila circa 3.000 professionisti – si legge in una nota dell’azienda – che lavorano per fornire tecnologie e servizi ai principali operatori di telecomunicazioni, e ha all’attivo 41 anni di attività di Ricerca & Sviluppo svolta all’interno dei tre centri di eccellenza mondiale di Genova, Pisa e Pagani. Dall’anno 2000 sono oltre 600 i brevetti ottenuti dai circa 700 ricercatori italiani, protagonisti anche di diversi record mondiali. Le attività di R&D rappresentano un settore al quale la società ha da sempre dedicato importanti risorse e investimenti – nel 2018 ha investito in R&S circa il 18% del fatturato globale.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

E
emanuele iannetti

Aziende

E
ericsson

Approfondimenti

5
5g
C
Cloud
R
r&d
R
R&S
V
virtualizzazione

Articolo 1 di 5