IL PRIMATO EUROPEO

5G, nuovo record dell’Italia: superata la velocità dei 5 Giga al secondo

Il sistema stand alone completo è stato realizzato da Tim in partnership con Ericsson e  Qualcomm. Il chief network, operations & wholesale officer Stefano Siragusa: “Passo importante per portare valore aggiunto alla cloud transformation e allo smart manufacturing”

16 Dic 2021

A. S.

5g

Nuovo record per Tim nel campo del 5G: l’operatore ha realizzato per la prima volta in Europa una connessione in grado di superare stabilmente la velocità di 5 Gigabit al secondo in downlink su rete live 5G, con picchi di oltre 5.2 Gigabit al secondo, grazie alla collaborazione con Ericsson e Qualcomm Technologies, utilizzando un device basato su Snapdragon X65 5G Modem-RF System.

Per ottenere il primato è stata utilizzata una connessione ultra-broadband ottenuta in “Dual Connectivity”, combinando le frequenze a 3.7 GHz e quelle a onde millimetriche (26 GHz), sfruttando 800 MHz di ampiezza di banda sulla frequenza a 26 GHz. Una soluzione di accesso wireless su rete live è integrata in 5G Stand Alone (SA) completa, “dotata quindi – siega Tim in una nota – di una innovativa core network 5G”.

Il record precedente ottenuto da Tim era stato quello dei 4 Gigabit al secondo su 5G mmWave.

“Con questo nuovo primato europeo, che fa leva sugli elementi più innovativi della tecnologia 5G – dalle onde millimetriche all’architettura 5G Stand Alone – ci confermiamo l’operatore di riferimento nell’evoluzione delle reti e dei servizi per la Gigabit Society – afferma Stefano Siragusa, deputy del direttore generale e Chief Network, Operations & Wholesale Officer di Tim – Il risultato ottenuto ci permette di accelerare nello sviluppo di soluzioni 5G end-to-end, abilitando offerte ad elevato valore aggiunto per i nostri clienti, dalla Cloud Transformation alle Reti Private 5G per lo Smart Manufacturing, fino alla piena digitalizzazione di tutte le imprese e le pubbliche amministrazioni del Paese”.

“Siamo orgogliosi di lavorare con Tim in un altro momento innovativo nella roadmap del 5G, poiché viene stabilito un nuovo record europeo per le sue velocità – aggiunge Enrico Salvatori, Svp e Presidente Emea di Qualcomm Europe – Alimentato dal nostro sistema Snapdragon X65 5G Modem-RF, questo risultato segna un altro passo verso la prossima fase del 5G, che estenderà le sue capacità attraverso la banda larga mobile, l’IoT industriale, il wireless fisso e le applicazioni di rete privata 5G”.

“La collaborazione con Tim e Qualcomm ci ha permesso di superare la soglia dei 5 Gbps di velocità di connessione su rete mobile, dimostrando ancora una volta che il 5G è una delle tecnologie chiave per la trasformazione digitale del Paese – sottolinea Emanuele Iannetti, presidente e amministratore delegato di Ericsson in Italia –  L’importante primato è stato raggiunto grazie e due importanti innovazioni implementate da Ericsson: l’architettura 5G Core Standalone unita alla funzionalità radio ‘Dual Connectivity’. Questo permette di combinare in modo ottimale le frequenze mid-band (3.7 GHz) e millimetriche (26GHz) moltiplicando la capacità della connessione 5G. Un importante passo avanti nell’evoluzione verso reti 5G rispondenti alle esigenze di velocità, bassa latenza e sicurezza richieste da consumatori, industrie e pubblica amministrazione”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3