Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'AUDIZIONE

5G, Soro: “Tenere alta l’attenzione sulla privacy”

Davanti al Copasir il Garante ha ribadito la preoccupazione per la presenza delle aziende cinesi in questo settore: “I rapporti commerciali tra Occidente e Oriente non possono prescindere da una cornice di garanzie adeguate sotto il profilo della tutela dei dati”

27 Mar 2019

F. Me

27/11/2008 ANTONELLO SORO

Le minacce cibernetiche “sono destinate a crescere esponenzialmente con lo sviluppo del 5G, con cui la superficie di attacco si amplia in progressione geometrica”. Lo ha detto il Garante della Privacy, Antonello Soro, parlando all’uscita della sua audizione al Copasir. “Va letta in questa prospettiva – aggiunge Soro – la preoccupazione, da noi espressa nei mesi scorsi, per la presenza delle aziende cinesi in questo settore strategico, con i flussi informativi che inevitabilmente ne conseguono”.

Il Copasir sta svolgendo un’indagine conoscitiva sui rischi per la sicurezza nazionale determinati dall’ingresso dei colossi tlc cinesi come Huawei e Zte nel mercato italiano del nuovo standard delle comunicazioni mobili di quinta generazione (5G). “Il Garante – ha spiegato Soro – è stato audito dal Copasir alla luce del nuovo quadro giuridico europeo, ma anche alla luce del nuovo accordo siglato con i Servizi, che valorizza il ruolo dell’autorità ai fini della cybersecurity, in ragione del legame sempre più stretto tra protezione dati e contrasto delle minacce cibernetiche. Minacce che non sono più prevedibili a priori, perché pulviscolari ed in continua evoluzione e che – ha ribadito – cresceranno con il 5G”.

“I rapporti commerciali tra Occidente e Oriente – ha sottolineato il Garante – non possono più prescindere oggi da una cornice di garanzie adeguate, soprattutto sotto il profilo privacy, sulla scia di riforme quali quelle che hanno consentito la conclusione del Privacy Shield con gli Stati Uniti o dell’accordo con il Giappone per lo scambio dei dati”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

5
5g
A
antonello soro
C
copasir

Articolo 1 di 4