Huawei si appella a Biden: “Approccio aperto, collaborazione Usa-Cina è win win” - CorCom

BANDA ULTRALARGA

Huawei si appella a Biden: “Approccio aperto, collaborazione Usa-Cina è win win”

Il fondatore e presidente della società cinese auspica una distensione dei rapporti dopo il ban imposto da Trump pur ritenendo “molto improbabile” la rimozione dalla Entity List. E accende i riflettori sui reciproci benefici economici: “Fornire beni alle aziende americane contribuisce alle loro performance”

09 Feb 2021

Mi Fio

Consentire alle società statunitensi di fornire beni ai clienti cinesi contribuisce alla loro performance finanziaria. Se la capacità di produzione di Huawei si espandesse, ciò significherebbe che le aziende statunitensi potrebbero vendere di più. È una situazione vantaggiosa per tutti. Credo che la nuova amministrazione valuterà e bilancerà questi interessi nel considerare le loro politiche. Speriamo ancora di poter acquistare molti componenti, parti e macchinari statunitensi in modo che anche le aziende statunitensi possano svilupparsi con l’economia cinese”: in occasione dell’inaugurazione di un Innovation Lab a Taiwan, Ren Zhengfei, fondatore e presidente di Huawei ha fatto appello all’amministrazione Biden per una maggiore apertura (qui lo speech)

“A metà del XVIII secolo, il Regno Unito adottò una politica di chiusura nei confronti degli Stati Uniti, che spinse gli Stati Uniti a diventare il paese più potente del mondo. Oggi gli Stati Uniti ci stanno bloccando. Questo porterà a un risultato inaspettato?”, ha evidenziato Ren sottolineando che “come azienda, non abbiamo l’energia per essere coinvolti in un vortice politico”. “Siamo concentrati nella realizzazione dei nostri prodotti di alta qualità e siamo riusciti a sopravvivere a questo difficile 2020. Continueremo a servire bene i nostri clienti creando più valore per loro e speriamo che non siano influenzati dalla pressione politica. Spero che la nuova amministrazione statunitense proponga politiche più aperte che siano nell’interesse delle aziende statunitensi e dell’economia statunitense nel suo complesso”.

WEBINAR
360On TV al centro della notizia. Nuovo Governo, la sfida: ricostruire l’economia italiana

Alcuni politici statunitensi sono preoccupati per il potenziale impatto che il 5G potrebbe avere su scala globale. Come ho promesso una volta, trasferiremo tutte le nostre tecnologie 5G, non solo la produzione di licenze ad altri. Finché gli Stati Uniti lo richiederanno, trasferiremo tutto, dai programmi sorgente e il codice sorgente a tutti i segreti e il know-how di progettazione hardware, e persino il design del chip. Ma nessuna compagnia statunitense si è fatta avanti. Speriamo che lei possa aiutarci a trasmettere questo messaggio alle aziende statunitensi”, ha detto Ren riferendosi direttamente al neo Presidente degli Stati Uniti.

Ren ha aggiunto di ritenere “molto improbabile che gli Stati Uniti ci rimuovano dalla Entity List. Non impossibile, ma è estremamente improbabile”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

H
huawei
R
Ren Zhengfei

Aziende

5
5g
B
banda ultralarga

Articolo 1 di 5