Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

TECNOLOGIE

Network slicing chiave di volta per il 5G

La capacità di creare dinamicamente “fette” di rete per rispondere in modo ottimale ai requisiti delle diverse applicazioni è cruciale per lo sviluppo delle nuove reti. Abi Research: “Il sistema può valere fino a 66 miliardi di dollari di revenue aggiuntive per le telco”

20 Ago 2018

Carlo Salatino

Il network slicing, ossia la capacità di creare dinamicamente “fette” di rete, in termini di risorse, diverse per rispondere in modo ottimale ai requisiti delle diverse applicazioni, rappresenta una delle tecnologie chiave del 5G. Nuovi use case sono in via di definizione per abilitare servizi e user experience personalizzate e performanti. Secondo ABI Research, il network slicing può generare fino a 66 miliardi di dollari di valore derivante dalle esigenze dei cosiddetti verticals. Si tratta di servizi personalizzati per specifici ambiti applicativi: telemedicina, agritech, industry 4.0, smart city, automotive, logisitca, etc.

In particolare, secondo gli analisti della società di ricerca, tali revenue aggiuntive rappresentano un mercato aggredibile in particolar modo dagli operatori Telco, sempre più a caccia di nuove opportunità per capitalizzare i cospicui investimenti effettuati nel roll-out delle reti ultra-broadband.

Per Don Alusha, Senior Analyst di ABI Research: “per alimentare la crescita futura, le Telco devono creare servizi più differenziati legandoli a caratteristiche di experience di livello superiore in ambito consumer e semplicità operativa in ambito enterprise e verticals. Il network slicing può dar luogo a revenue aggiuntive trainate dai requisiti digital, cloud e di sicurezza di molteplici settori verticali. Il raggiungimento di questi obiettivi dipende dalle capability di slicing delle reti e dalle applicazioni sviluppate. Operatori Telco e fornitori stanno intraprendendo diversi modelli di collaborazione. I vendor, in particolare, devono mirare a limitare il più possibile la complessità di implementazione tramite automazione e orchestrazione lavorando a stretto contatto con gli enti di standardizzazione.”

Allo stato attuale sono in corso numerosi Proof of Concept e attività di trial commerciali da parte di operatori come British Telecom e Swisscom mentre sono pochi i vendor, come ad esempio Ericsson e Nokia, capaci di sviluppare scenari di end to end slicing. I prossimi 5 anni saranno cruciali nel lancio commerciale di questi servizi. In definitiva, il potenziale offerto dal network slicing in ambito verticals può generare un ciclo win-win tra operatori Telco e clienti a supporto degli investimenti in reti sempre più performanti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

5
5g
A
abi research
N
network slicing

Articolo 1 di 5