IL TEST IN GERMANIA

Sicurezza 5G, Huawei promossa a pieni voti sulle reti core

Secondo i risultati della revisione tecnica, effettuata dalla società indipendente tedesca Ernw, sul codice sorgente per il gateway distribuito unificato dell’infrastruttura, il network di ultima generazione del colosso cinese soddisfa tutti gli standard di sicurezza

19 Mag 2020

Domenico Aliperto

Le reti core 5G di Huawei risultano sicure e affidabili. A dirlo è Ernw, fornitore indipendente di servizi di sicurezza IT basato in Germania, che ha recentemente condotto una revisione tecnica del codice sorgente per il gateway distribuito unificato (Udg) sull’infrastruttura. L’Udg è un elemento di rete convergente in grado di elaborare servizi sia di reti 5G che di reti tradizionali e, su una rete core 5G, può effettuare la funzione di gestione del piano dei dati di utente (Upf), mentre su una rete tradizionale ha funzione sia di “serving” gateway che di gateway di rete di dati a pacchetto per il piano dei dati di utente.

Il test condotto da Ernw sulla rete 5G di Huawei

Gli esperti di Ernw hanno esaminato il codice sorgente per i componenti Udg presso il Huawei Cyber Security Transparency Center di Bruxelles utilizzando le metodologie e gli strumenti più avanzati e tenendo conto delle best practice del settore, per poi pubblicare un rapporto con i risultati del test. Il documento mostra che la qualità del codice sorgente è un buon indicatore del fatto che Huawei ha messo a punto un processo di ingegneria del software maturo e adeguato per l’Udg.

WHITEPAPER
4G e 5G: reti efficaci per una connessione affidabile e sicura
Networking
Telco

Il test si è concentrato sulla qualità del codice sorgente, sui processi di generazione del codice e sulla gestione del ciclo di vita dei componenti open source. L’analisi qualitativa ha mostrato che la complessità del codice sorgente è gestita correttamente, la presenza di codice duplicato è stata rilevata solo dove opportuna e le funzioni non sicure vengono evitate ovunque possibile. Il test del processo di generazione del codice ha indicato che tutti i binari sono compilati utilizzando opzioni sicure ed è stato raggiunto anche un livello accettabile di equivalenza binaria. L’analisi della gestione del ciclo di vita dei componenti open source ha dimostrato che la separazione del codice open source, la gestione del codice e la gestione della documentazione e delle patch risultano anch’esse accettabili in quanto soddisfano gli attuali standard.

Con uno sviluppo socio-economico sempre più legato allo sviluppo del 5G, il mondo ha iniziato ad associare a questa tecnologia una crescente quantità di minacce alla sicurezza e a credere che la catena di approvvigionamento vada tenuta sotto controllo al fine di limitare i rischi. Per stare al passo con la rapida evoluzione della tecnologia, Huawei – comunica la stessa azienda – sta proattivamente aggiornando i suoi processi di sicurezza e coltivando un approccio aperto, trasparente e collaborativo con clienti, partner e agenzie governative, come dimostrato dalla stessa collaborazione con Ernw durante le operazioni di test.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link