Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

SCENARI

Smart city, si apre l’era 5G. Ma attenzione agli attacchi DDos

Gli esperty di Kaspersky accendono i riflettori sui rischi legati allo sviluppo delle nuove reti. Tra i pericoli anche le potenziali minacce legate diffusione del Byod. “I governi mettano in campo progetti affidabili e sicuri in grado di migliorare la vita dei cittadini”

25 Nov 2019

F. Me

Il 5G tra rischi e opportunità. Nell’ambito dell’iniziativa Securing Smart Cities gli esperti di Kaspersky hanno evidenziato i pericoli potenziali legati allo sviluppo delle nuove reti.

Il 5G fornisce un’infrastruttura mobile a banda larga necessaria per un mondo fatto di oggetti connessi e città più intelligenti. Si prevede che sarà 100 volte più veloce dell’attuale sistema 4G, con una latenza fino a 25 volte inferiore. È possibile supportare fino a un milione di dispositivi nell’arco di un chilometro quadrato, una capacità 1.000 volte maggiore di quella attualmente possibile. Si prevede che questo nuovo standard di tecnologia, diventerà parte integrante dell’architettura di base della guida autonoma, della realtà virtuale, dell’Internet of Things (IoT), delle telechirurgie e di numerosi altri dispositivi e servizi connessi.

Ma secondo gli esperti di Securing Smart Cities, sono molti anche i rischi legati al suo sviluppo. Tra questi i punti deboli del protocollo e lo sfruttamento della vulnerabilità su larga scala per i quali è necessario un meccanismo di risposta alle sfide per autenticare e salvaguardare i sistemi sulla rete.

L’aumento degli attacchi DDoS che si basano sullo sfruttamento delle risorse di calcolo e sull’elaborazione di una grande rete di macchine client attraverso un gran numero di sistemi infetti.

Occhio anche alle minacce legate al Bring Your Own Device (Byod): attraverso l’uso di dispositivi personali smart in un contesto lavorativo e professionale.

Poi ci sono i pericoli più generici, non specificatamente legati allo sviluppo del 5G ma comuque da tenere in considerazione: sicurezza dei dati e privacy, terrorismo o sabotaggio finanziato dallo Stato e infrastrutture critiche e sicurezza pubblica

“La rivoluzione delle telecomunicazioni 5G è imminente. Sarà in grado di supportare un maggior numero di dispositivi collegati in rete e di aumentare considerevolmente la velocità per gli utenti – Amin Hasbini, Head of Research Center, GReAT Middle East Turkey and Africa di Kaspersky – Servirà come base per molte tecnologie futuristiche. Tuttavia, le preoccupazioni in materia di sicurezza per il 5G sono inevitabili. Si tratta di una tecnologia in continua evoluzione costruita sulla base dell’infrastruttura precedente, dalla quale erediterà inevitabilmente vulnerabilità e configurazioni errate. I governi e i leader del settore dovrebbero unire i loro sforzi per promuovere progetti di tecnologia 5G affidabili e sicuri che miglioreranno i servizi ma garantiranno anche una buona qualità di vita per i cittadini delle smart city”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

K
Kaspersky

Approfondimenti

5
5g

Articolo 1 di 5