Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA GARA

A Comdata e Network Contacts i call center dell’Inps

Le due aziende in Rti si sono aggiudicate la gara da 150 milioni per la fornitura e la gestione dei servizi di Contact Center Multicanale dell’istituto. Focus sul digitale

18 Mar 2019

A Comdata e Network Contacts il servizio di customer care dell’Inps. In Rti le due aziende si sono aggiudicate la gara per la fornitura e la gestione dei servizi di Contact Center Multicanale dell’Inps, nell’ambito di un raggruppamento temporaneo d’impresa.

La gara è stata la più grande mai bandita in Italia con una base d’asta di 150 milioni di euro ed è stata indetta nel 2017 per selezionare il miglior partner cui affidare la gestione delle interazioni con il cittadino e l’ammodernamento delle infrastrutture tecnologiche.

“Siamo molto orgogliosi di mettere in campo le nostre elevate competenze tecnologiche per contribuire al miglioramento di un servizio fondamentale per il Paese – commenta Massimo Canturi, Comdata Group ceo L’aggiudicazione del bando Inps-Equitalia è inoltre un ulteriore riconoscimento dell’impegno di Comdata a investire in processi, tecnologie e persone per creare valore per tutti i propri clienti e per fornire servizi di indiscussa eccellenza agli Italiani. L’alta efficienza delle soluzioni innovative, combinata con la capability organizzativa e gestionale che Comdata è in grado di fornire, è stata alla base della crescita del Gruppo, che oggi vanta una leadership indiscussa nel mercato italiano.”

“Siamo tutti enormemente orgogliosi – dice Lelio Borgherese, Presidente e Ad Network Contacts – e felici. Questa vittoria è il più alto riconoscimento dell’impegno profuso nel tempo da tutte le persone e le società del nostro Gruppo ma è soprattutto una straordinaria opportunità. È l’opportunità di incidere nel sistema-Paese, di ammodernare un segmento cruciale della pubblica amministrazione, di portare innovazione vera e tangibile in grado di ricostruire i legami di fiducia tra lo Stato e i Cittadini, di tutelare l’enorme patrimonio di professionalità, competenza e abnegazione di tutti i lavoratori già impegnati nell’attività, nel pieno rispetto dei valori etici, di onestà e di trasparenza che contraddistinguono da sempre Network Contacts e naturalmente delle norme vigenti in materia di clausole sociali”.

Per Borgherese è anche “l’opportunità di accreditare un nuovo modo di fare impresa che vuole l’innovazione alleata del lavoro, perché l’intelligenza artificiale, l’automazione e i big data aiutano la valorizzazione delle professionalità e fanno crescere il mercato del lavoro, non il contrario.  Ed è un’opportunità per noi, per consolidare il nostro piano industriale, per investire ancora di più nella ricerca e sviluppo e per continuare a essere leader in quel settore del mercato che innova la relazione con le persone ed è uno dei pilastri della moderna economia dei servizi digitali”.

L’incarico, gestito in Rti per 24 mesi (più 12 mesi opzionali di proroga), sarà incentrato sulla progettazione del complesso sistema di contatto tra il cittadino e l’nps: dal ripensamento del modello di relazione all’adeguamento infrastrutturale e all’integrazione di soluzioni innovative e digitali, fino alla fornitura del servizio e alla gestione delle interazioni multicanali.

 

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
call center
I
inps

Articolo 1 di 5