Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

A Ottawa centro R&D su sistemi ottici

14 Ott 2009

Infinera, produttore di infrastrutture per le reti ottiche ad alta
velocità, ha annunciato l’apertura di un nuovo centro di
progettazione ad Ottawa, in Canada, che potenzia il suo team di
ricerca e sviluppo sulle reti ottiche. Ottawa è da tempo sede di
sviluppo per le reti ottiche e il nuovo centro di eccellenza di
Infinera potrà attingere qui ad una vasta fonte di esperienza e
competenza.

Il PIC (photonic integrated circuit) da 400 Gb/s di Infinera è
attualmente in fase di sviluppo nella fabbrica e nei centri di
sviluppo dell’azienda di Sunnyvale in California. Le prossime
generazioni di sistemi ottici Infinera saranno progettate per
trarre vantaggi sempre maggiori dalle tecnologie “advanced signal
processing” che permetteranno loro di elaborare le enormi
quantità di dati trasmesse e ricevute dai PIC di questa e di
prossima generazione.

Kuang-Tsan Wu, entrato di recente a far parte di Infinera per
guidare il team di Ottawa, è uno dei maggiori esperti mondiali
nella progettazione di sistemi ottici attraverso l’elettronica ad
alta velocità e strutture di modulazione avanzata. Prima di
passare a Infinera, il Dottor Wu ha lavorato in Nortel alla guida
del team che ha progettato i “coherent receivers” da 40 Gb/s
con le tecnologie “advanced signal processing”. Infinera sta
anche assumendo un numero ristretto di ingegneri per il team di
sviluppo di Ottawa. “Sono entusiasta di fare parte del team
Infinera, l’azienda con la tecnologia ottica più innovativa al
mondo, e di lavorare a fianco di alcuni dei migliori ingegneri del
settore” ha commentato Kuang-Tsan Wu. “La combinazione delle
tecnologie “advanced signal processing” con il PIC ci darà
l’opportunità di creare miglioramenti significativi per i
sistemi ottici del futuro.”

“Siamo convinti che i vantaggi dell’integrazione fotonica
saranno anche maggiori per i 400 Gb/s di quanto non siano stati per
100 Gb/s,” ha commentato il CEO di Infinera Jagdeep Singh.
“Infinera crede nelle persone e la scelta di attrarre gli
elementi migliori per formare un team di eccellenza è la chiave
per sviluppare le migliori soluzioni per le reti mondiali: la
nostra scelta di aprire un centro di Ricerca e Sviluppo a Ottawa ci
permetterà di raggiungere questo obiettivo più
facilemente”.

Qualche settimana fa Infinera ha preso attivamente parte a ECOC
(European Conference and Exhibition on Optical Communication) che
si è svolta a Vienna (e che nel 2010 avrà luogo a Torino). Nel
corso della manifestazione, la più importante del settore a
livello europeo, Infinera ha presentato, nel corso di tre
interventi, gli sviluppi della propria tecnologia di integrazione
fotonica e ha sottolineato il forte impatto che l’integrazione
fotonica ha esercitato sulle reti ottiche fino ad oggi, impatto che
Infinera si aspetta continui anche nel futuro.

Il filo conduttore delle presentazioni di Infinera a ECOC sono
stati i vantaggi eccezionali ottenuti grazie all’integrazione
fotonica in termini di costi, di scalabilità, di affidabilità dei
sistemi ottici e di minor consumo di spazio e di energia. Infinera
ha annunciato che sta lavorando per migliorare di un fattore 4 la
capacità dei PIC, ed è sicura che i sistemi di nuova generazione
porteranno ulteriori benefici in tutti questi campi.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link