Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Adsl, le velocità dichiarate non corrispondono a quelle reali

Secondo le rilevazioni di Sos Tariffe le offerte da 7 Mb non superano i 3,75. E per quelle a 20 Mb i valori effettivi risultano più che dimezzati: le connessioni massime si attestano a quota 7 Mb. Mazzetti: “Rispetto al 2010 le performance stanno peggiorando”

21 Nov 2011

Velocità Adsl effettive molto più basse di quelle dichiarate
dagli operatori. Il quadro è tracciato dall'ultima rilevazione
di SosTariffe.it, secondo cui le offerte da 7 Mega si attestano sui
3,75 Mbps, mentre quelle da 20 Mega non superano i 7 Mbps. Svettano
senza ombra di dubbio nel segmento 7 Mega le province di Trieste
(4,684 Mbps), Genova (4,348 Mbps), Cagliari (4,484 Mbps), Livorno
(4,453 Mbps) e Aosta (4,294 Mbps). Maglia nera invece per Crotone
(2,725), Ragusa (3,125 Mbps), Teramo (3,184 Mbps), Rieti (3,098
Mbps) e Asti (3,132 Mbps).

"Per le connessioni a 7 Mega le velocità effettive di
navigazione si attestano intorno ai 3.75 Mbps, con un andamento di
lieve crescita rispetto all'inizio dell'anno – spiega
Alberto Mazzetti, amministratore delegato di Sos Tariffe – ma con
una performance complessiva peggiore rispetto al 2010, anno in cui
la velocità media si attestava intorno ai 4.08 Mbps".

In ambito regionale, sempre nel segmento 7 Mega, la Valle
d'Aosta è leader della classifica prestazionale con 4,294
Mbps, seguita a ruota da Sardegna (4,223 Mbps) e Liguria (4,119
Mbps). Dati poco incoraggianti invece per Abruzzo (3,663 Mbps) e
Trentino Alto Adige (3,452). In questi ultimi casi bisogna
ricordare che pesano senza dubbio le condizioni ambientali di
alcuni Comuni.

Probabilmente i dati meno positivi provengono dai servizi a 20 Mega
che sono decisamente al di sotto di quanto promesso dalle campagne
marketing. Le migliori perfomance nazionali si concentrano nelle
province di Imperia (8,299 Mbps), Verona (7,939 Mbps), Massa (8,823
Mbps), Arezzo (8,589 Mbps), Carbonia (8,462 Mbps) e Torino (7,904
Mbps). Dati negativi invece per quanto riguarda Ferrara (5,760
Mbps), Macerata (5,451 Mbps), Mantova (4,558 Mbps), Ragusa (5,464
Mbps), e Perugia (5,028 Mbps).

Le medie regionali di conseguenza sono il linea con i risultati
provinciali. Il dato migliore è quello della Toscana, con 7,278
Mbps, mentre quello peggiore si rileva in Umbria con 5,479
Mbps.
"Per le connessioni a 20 Mega le velocità effettive di
navigazione si attestano intorno ai 7 Mbps scarsi con un andamento
altalenante delle performance e una lieve flessione della velocità
media negli ultimi 2 mesi di rilevazioni", aggiunge
Mazzetti.

Le offerte commerciali nel tempo però sono migliorate. Prova ne
sia, come tiene a sottolineare Mazzetti "molti operatori si
sono orientati verso offerte spalmate su due anni". Grande
risparmio poi per quanto riguarda le offerte One day,
"promozioni molto competitive, sottoscrivibili solo
nell'arco di 24 ore".

"Dal punto di vista degli investimenti e della cablatura in
fibra di alcune città sono sicuramente da elogiare gli
investimenti di Fastweb e Telecom Italia – conclude l'Ad –
mentre Tiscali e Infostrada si confermano come i più attivi in
termini di offerte e promozioni".