Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

EX EUTELIA

Agile, domani ultima udienza del processo per bancarotta fraudolenta

Il procedimento vede coinvolti gli ex manager Isacco Landi, Marcello Massa e Sebastiano Liori. Fabrizio Potetti(Fiom): “Siano riconosciute le ragioni di chi ha perso il lavoro a causa delle sistematica spoliazione dell’azienda da parte della proprietà e del management”

11 Lug 2013

F.Me.

Sale l’attesa per ultima udienza del processo per bancarotta fraudolenta che vede coinvolti vertici di Agile (ex Eutelia). “Domani, venerdì 12 luglio, potrà essere un giorno importante non solo per i lavoratori di Agile ex Eutelia, ma per tutti i lavoratori del nostro Paese – ricorda Fabrizio Potetti, coordinatore nazionale Fiom-Cgil per il settore Ict – Presso il Tribunale di Roma, infatti, si terrà l’ultima udienza del processo in cui Isacco Landi, Marcello Massa e Sebastiano Liori sono imputati di bancarotta fraudolenta. Un’accusa rispetto alla quale il Pubblico Ministero ha chiesto che gli imputati siano giudicati colpevoli.”

La Fiom-Cgil, costituitasi come parte civile insieme a oltre mille lavoratori, sarà presente all’udienza e attenderà l’esito del processo di primo grado “fiduciosa – sottolinea Potetti – che siano riconosciute le ragioni dei lavoratori che hanno perso il lavoro, con grave spreco delle loro professionalità, a causa della sistematica spoliazione di valori, asset e attività messa in pratica dalla proprietà e da parte del management.”

“Come Fiom, auspichiamo una conclusione del dibattimento positiva per i lavoratori e per le loro famiglie; ciò anche in riferimento al processo parallelo aperto nei confronti di Samuele Landi, tuttora latitante in Dubai”, conclude il sindacalista.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link