Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LO STUDIO

Amazon operatore mobile “spauracchio” delle telco britanniche

Se il colosso dell’e-commerce decidesse di lanciare servizi mobili offrendo abbonamento gratuito a Prime sbaraglierebbe tutti gli altri concorrenti: il sondaggio di Dectech

03 Gen 2019

Patrizia Licata

giornalista

Amazon potrebbe catturare un quarto del mercato mobile in Uk, se decidesse di lanciare un servizio di rete mobile col proprio brand nel 2019. Lo afferma una ricerca condotta da Decision Technology (Dectech), secondo cui il 25% dei consumatori britannici sceglierebbe il marchio del colosso americano del commercio elettronico come operatore di rete mobile, preferendolo alle telco e agli Mvno attualmente sul mercato, se Amazon unisse la propria offerta telecom al pacchetto Prime rendendolo gratuito l’abbonamento al servizio di consegne veloci e video.

Anche senza l’attrattiva dell’abbonamento gratis a Prime, la ricerca di Dectech – intitolata “Primed for domination: The threat of Amazon as a challenger brand” – indica che il 12% dei consumatori in Uk sceglierebbe Amazon come operatore, se lanciasse servizi mobili nel paese, solo grazie alla forza del marchio.

“Sono risultati impressionanti che mostrano che Amazon potrebbe benissimo diventare un colosso di dimensioni ancora maggiori se entrasse sul mercato mobile offrendo Amazon Prime come beneficio senza costi aggiuntivi”, ha commentato Henry Stott, direttore di Decision Technology. “In un mercato dove la concorrenza è feroce, Amazon ha buone possibilità anche come operatore di rete standalone, indipendentemente dal pacchetto Prime”, ha aggiunto Stott.

Gli operatori mobili competono oggi su molti fronti, dai modelli e prezzi degli smartphone venduti con gli abbonamenti ai pacchetti dati fino ai benefici aggiuntivi. Per esempio, osserva Stott, le iniziative Orange Wednesdays e, più di recente, O2 Priority hanno dimostrato il potere di offerte legate a benefit accessori che l’utente valuta come utili. Se Amazon entrasse sul mercato mobile offrendo in cambio abbonamento gratuito a Amazon Prime, “potrebbe essere il prossimo iconico benefit legato a un brand”, dice Stott.

Lo studio calcola che col benefit dell’abbonamento gratuito a Prime Amazon diventerebbe la leader di mercato (col potenziale 25%) superando – sempre considerando offerte con benefit aggiuntivi – tutti i player attuali: O2 (17%), Tesco Mobile (13%), giffgaff (11%), Vodafone (10%), EE (9%), Three (9%), BT Mobile (5%). Con la sola forza del brand (senza Prime per Amazon, senza benefit addizionali per le telco), Amazon avrebbe il 12% del mercato collocandosi sopra BT Mobile (10%), Three (8%) e Vodafone (7%), ma non riuscirebbe a battere O2 (19%), giffgaff (15%), Tesco Mobile (15%) e EE (14%), sempre secondo le stime di Dectech.

La società di ricerche calcola ancora che Amazon potrebbe aggiungere fino a 3 miliardi di sterline al suo fatturato annuo se entrasse sul mercato mobile del Regno Unito offrendo Prime gratis. Lo studio sottolinea che gran parte dell’aggressiva strategia di espansione di Amazon è rivolta a raggiungere l’obiettivo numero uno dell’azienda di Jeff Bezos: espandere gli abbonati di Amazon Prime, puntello essenziale al business dell’e-commerce.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3