Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Apple delude Wall Street, un’ombra sull’era post-Jobs

Nel quarto trimestre la Mela registra profitti in aumento del 54% ma le vendite dell’iPhone, sotto le aspettative, impattano sul titolo. Record per iPad

19 Ott 2011

Per la prima volta dopo anni un'ombra offusca la performance di
Apple. Le vendite dell'iPhone hanno deluso le attese di Wall
Street che hanno fatto scendere le azioni del 7%. Eppure nel quarto
trimestre fiscale, chiuso il 24 settembre, l'utile è cresciuto
del 54% e le revenue del 39%, un risultato che farebbe invidia a
qualunque grande azienda. Ma non sufficienti per la società
della Mela, e soprattutto non di particolare buon auspicio per il
nuovo corso di Tim Cook.

I manager Apple attribuiscono alla tempistica di vendita iPhone il
calo di vendite. L'ondata di rumor avrebbe infatti indotto i
potenziali clienti a rimandare l'acquisto di un nuovo iPhone in
attesa del nuovo modello. Il lancio di iPhone 4S all'inizio di
ottobre ha fatto sì che le vendite non incidessero
sul trimestre chiuso il 24 settembre.

Nel dettaglio, Apple ha registrato utili per 6,62 miliardi di
dollari (7,05 dollari per azione), in crescita dai 4,31 miliardi di
dollari (4,64 dollari per azione) dello stesso periodo
dell'anno scorso. Il giro d'affari è aumentato del 39% a
28,27 miliardi di dollari (il 63% derivato dalle vendite
internazionali). Gli analisti si aspettavano profitti per 7,39
dollari per azione su un volume d'affari pari 29,69 miliardi di
dollari.

“Siamo soddisfatti del fatturato e dell'utile record per il
trimestre così come della generazione di liquidità di 5,4
miliardi di dollari – ha sottolineato il Cfo di Cupertino, Peter
Oppenheimer – Guardando avanti al primo trimestre dell’anno
fiscale 2012, ci attendiamo un fatturato di circa 37 miliardi di
dollari e un utile per azione diluita di circa 9,30 dollari".
Gli analisti attendono un utile per 9,01 dollari per azione su un
giro d'affari di 36,72 miliardi di dollari.

Sono stati venduti 17,1 milioni di iPhone, il 21% in più rispetto
all'anno precedente, ma il 16% in meno rispetto al terzo
trimestre. Sono inoltre stati venduti 4,9 milioni di computer
Macintosh che segnano un nuovo record essendo cresciuti di 750mila
rispetto all'anno scorso. L'iPad ha invece battuto le
attese con un aumento del 166% a 11,12 milioni di esemplari
venduti.

“Siamo entusiasti di questo finale molto forte di un incredibile
anno fiscale 2011, che ha segnato una crescita del fatturato
annuale a 108 miliardi di dollari e una crescita dell’utile a 26
miliardi di dollari – ha commentato il ceo Tim Cook – Il riscontro
dei clienti sull’iPhone 4S è stato fantastico (i cui risultati
non stati inseriti nella trimestrale ndr), abbiamo una forte spinta
per la stagione delle festività, e rimaniamo davvero entusiasti
della nostra pipeline di prodotti.”