THALES ALENIA SPACE

Ariane 5, in orbita il cargo Atv

30 Lug 2014
atv5-140730123225

E’ stato lanciato con successo dalla base di Kourou in Guyana Francese, alle ore 20:47 locali (01:47 in Italia) il quinto ed ultimo Atv (Automated Transfer Vehicle) dell’Agenzia Spaziale Europea, il cui segmento adibito al trasporto cargo, l’Integrated Cargo Carrier (Icc), è stato realizzato da Thales Alenia Space.

Avio, gruppo internazionale di progettazione e produzione di componenti e sistemi per la propulsione spaziale, ha realizzato la turbopompa a ossigeno liquido per il motore criogenico Vulcain e i due motori laterali a propellente solido, e partecipa al lanciatore europeo Ariane 5 per circa il 15%. “Ciascuno dei motori – spiega una nota dell’azienda – è caricato con circa 237 tonnellate di propellente solido e sviluppa la spinta necessaria per l’uscita del lanciatore dall’atmosfera terrestre”.

“Atv – spiegano da Thales Alenia Space – è stato realizzato da un consorzio europeo capeggiato da Airbus Defence and Space, con Thales Alenia Space principale partner industriale, per conto dell’Agenzia Spaziale Europea nell’ambito del programma Stazione Spaziale Internazionale (ISS) che vede un significativo contributo dell’Agenzia Spaziale Italiana”.

Al veicolo della serie è stato assegnato il nome dello scienziato belga Georges Lemaître, padre della teoria del big bang.

Come i moduli precedenti, J. Verne, J Kepler, E. Amaldi e A. Einstein, anche G. Lemaître rifornirà la Stazione Spaziale di attrezzature sperimentali, parti di ricambio, alimenti, aria e acqua. In aggiunta alle 3 tonnellate di carico situato all’interno del modulo pressurizzato, l’ICC trasporterà anche 2,7 tonnellate di propellente per che sarà utilizzato per il mantenimento dell’orbita della Stazione Spaziale, circa 850 Kg di acqua e oltre 100 Kg di ossigeno.

“Questo lancio di successo conclude il Programma Atv, al quale Thales Alenia Space, in particolare lo stabilimento di Torino, ha lavorato con grande dedizione e orgoglio – afferma Luigi Maria Quaglino, senior vice president dominio esplorazione e scienza di Thales Alenia Space – Il know-how sviluppato in Europa grazie ad Atv sarà ora impiegato nello sviluppo del programma Nasa Multi-Purpose Crew Vehicle (Mpcv), per l’esplorazione dello spazio oltre l’orbita bassa. L’Europa fornirà il modulo di servizio e Thales Alenia Space è, ancora una volta, un attore principale del progetto”.

“L’Atv-Icc realizzato da Thales Alenia Space – spiega il comunicato – è costituito da un elemento pressurizzato cilindrico di 4,6 metri di diametro per 4 metri di lunghezza e da una sezione posteriore lunga circa 1 metro che alloggia il sistema di rifornimento del propellente, dell’acqua e dell’ossigeno”.

“Siamo molto soddisfatti per questo nuovo traguardo raggiunto, ennesima dimostrazione dell’eccellenza dei nostri prodotti – afferma Pier Giuliano Lasagni, amministratore delegato di Avio – Viene confermato ancora una volta l’alto livello raggiunto dalla tecnologia italiana nel settore aerospaziale grazie anche allo sforzo, all’impegno e alle altissime competenze di tutto il team di Avio di Colleferro, Rivalta e Kourou. Ci auguriamo che la grande passione che ci ha guidato in questi anni possa trovare positivo riscontro nell’adesione da parte dell’Italia alla Seconda Fase del programma di sviluppo e qualifica di Ariane 6 nel corso della Conferenza per lo Spazio dei Ministri dei Paesi membri dell’Esa che si terrà entro la fine del 2014”.