L'OPERAZIONE

Asterion compra Irideos e consolida le attività di Retelit

Il fondo spagnolo ha acquisito una partecipazione del 78,4% del gruppo da F2i Sgr. Obiettivo: creare il più grande fornitore di accesso alternativo all’ingrosso e connettività B2b in Italia

19 Lug 2022

Domenico Aliperto

banda larga, fibra, ultrabroadband

Asterion Industrial Partners ha acquisito da F2i Sgr una partecipazione del 78,4% in Irideos, polo italiano Ict specializzato nelle soluzioni per le imprese e la Pa. L’operazione, di cui non sono stati svelati i dettagli finanziari, è soggetta all’autorizzazione delle autorità competenti e dovrebbe concludersi nel quarto trimestre del 2022.

Consolidare le attività complementari di Retelit e Irideos

Irideos è uno dei principali operatori italiani di infrastrutture digitali che offre connettività, data center e soluzioni cloud attraverso una rete di 27 mila km di percorsi in fibra ottica lungo le autostrade, la costa adriatica e nelle aree metropolitane e attraverso 15 data center. Il data center chiave della società è l’Avalon Campus, il più grande hub di interconnessione italiano strategicamente posizionato nella stessa posizione dell’Internet Exchange di Milano.

WHITEPAPER
Customer Experience agile, PERSONALIZZATA e omnicanale: come passare al modello 4.0
Marketing
Telco

L’investimento del fondo spagnolo punta a rafforzare Retelit, che è stata acquisita da Asterion e ritirata dalla borsa di Milano nel novembre 2021. Retelit è uno dei principali fornitori di servizi in fibra all’ingrosso indipendenti in Italia, con una piattaforma di circa 15 mila km di fibra, comprese le reti metropolitane nelle 14 maggiori città e i 19 data center. Offre una combinazione di accesso all’ingrosso, connettività B2b e soluzioni e servizi Ict ai propri clienti, che vanno dalle grandi società di telecomunicazioni alle piccole e medie imprese.

Utilizzando il suo approccio industriale e la sua esperienza, Asterion mira a consolidare la posizione di Retelit e Irideos nel settore delle telecomunicazioni italiano unendo le due attività complementari, creando il più grande fornitore di accesso alternativo all’ingrosso e connettività B2b in Italia.

La visione strategia del top management

“L’acquisizione aggiuntiva di una partecipazione di maggioranza in Irideos apre la strada alla prossima fase di crescita della nostra piattaforma italiana di risorse in fibra e data center”, commenta Jesús Olmos, Founding Partner e Ceo di Asterion Industrial Partners. Renato Ravanelli, Amministratore Delegato di F2i, Fondi Italiani per le Infrastrutture, aggiunge: “F2i ha costruito negli anni Irideos come principale provider di telecomunicazioni aziendale indipendente in Italia attraverso un processo di aggregazione e salvataggio di operatori italiani minori, il cui valore e la cui competenza sarebbero stati altrimenti perso. Oggi portiamo con orgoglio Irideos, le sue importanti attività e i suoi 650 dipendenti a una nuova fase di crescita, grazie al rafforzamento della sua posizione che risulterà dall’ingresso in un progetto più ampio. Questo è un esempio della missione di F2i di fornire crescita e valore all’industria italiana. Siamo fiduciosi che Irideos, con il supporto di Asterion, consoliderà la sua leadership e procederà al livello successivo del suo sviluppo”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4