Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

PARTNERSHIP

Banda ultralarga, accordo Retelit-Go Internet: “Spianiamo la strada al 5G”

Obiettivo dell’intesa quinquennale rinnovabile la fornitura di connettività dedicata in fibra ottica. “Connettività alla base della rivoluzione industriale”

04 Lug 2018

Banda ultralarga, è accordo tra Go Internet e Retelit. L’intesa, della durata di 5 anni rinnovabili, punta sulla fornitura di connettività ultra-broadband e a banda dedicata in fibra ottica ad alta velocità finalizzata a preparare la rete di Go Internet all’evoluzione verso il 5G.

Il servizio di trasporto ultrabroadband di Retelit, “essendo molto versatile e scalabile – spiega l’azienda – in base a esigenze specifiche”, farà fronte alle richieste di banda per preparare l’attuale rete 4.5G di Go Internet a un adeguamento verso lo standard 5G.

La partnership con Retelit ci permetterà di preparare la rete 4.5G verso il passaggio al 5G” ha dichiarato Alessandro Frizzoni, Amministratore Delegato di Go Internet. “Retelit è un partner valido, affidabile e professionale, siamo certi ci fornirà la connettività necessaria a collegare in modalità ultraveloce le nostre stazioni radio base alla dorsale in fibra ottica”.

“Siamo contenti di aver concluso questa partnership – ha detto Federico Protto, Amministratore Delegato di Retelit – e di poter offrire ai suoi clienti una connettività ad alta velocità che pensiamo possa fare da volano per la crescita economica e industriale dei territori di riferimento. Riteniamo Go Internet una delle più belle e dinamiche realtà italiane nell’ambito Ict. La banda ultralarga e la connettività sono le fondamenta su cui poggiano le più importanti innovazioni della rivoluzione industriale di oggi, dall’Industry 4.0, all’IoT, all’intelligenza artificiale, fino al 5G e al cloud”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

G
go internet
R
retelit

Articolo 1 di 5