L'ANALISI

Banda ultralarga, drastico calo dei costi delle offerte. Nuova guerra dei prezzi?

Secondo l’Osservatorio SosTariffe, negli ultimi dieci mesi si è assistito a una progressiva riduzione a fronte di un aumento della velocità nominale passata in meno di un anno da 599 Megabit al secondo a oltre un Gigabit. Dimezzata la spesa per l’attivazione delle linee da 82 a 46 euro

09 Mar 2022

Veronica Balocco

buona

Pare sia un momento di grande convenienza per chi cerca una nuova offerta Internet casa, magari veloce, performante e con costi contenuti. A evidenziarlo è lo studio dell’Osservatorio SOStariffe.it che ha analizzato l’evoluzione delle offerte Internet casa, avvalendosi dei dati medi ricavati con l’ausilio del proprio comparatore, nel periodo tra maggio del 2021 e febbraio di quest’anno. Negli ultimi 10 mesi si è assistito a un drastico calo dei costi e di pari passo ad un aumento della velocità nominale delle offerte, segnale dell’avanzata della fibra ottica e della sua copertura sul territorio.

Attivazione quasi dimezzata (-43%)

La voce di costo che più è andata giù è l’attivazione (-43%). Il detestato costo di attivazione, infatti, da una media di circa 82 euro è sceso a 46 euro, quasi dimezzandosi. Inoltre, le compagnie telefoniche tendono a ripartirlo in un periodo sempre più lungo: non più 11 mesi ma un po’ più di un anno (12,50 mesi) rendendolo sempre meno percepibile ai clienti che sottoscrivono un nuovo contratto. L’attivazione, quando richiesta dal provider, è quasi sempre “nascosta” nel canone mensile. Anche il canone mensile standard delle offerte ora è più allettante per i nuovi clienti.

WHITEPAPER
Employee engagement da remoto: i tool che aumentano partecipazione e produttività
Digital Transformation
Risorse Umane/Organizzazione

Se dieci mesi fa servivano almeno 29 euro al mese per usufruire di una tariffa Internet da rete fissa, ora bastano 27 euro (con un calo dell’8.3%). Anche i canoni promozionali stanno subendo una flessione (-7.8%). Da una media di 27 euro al mese, infatti, si è passati a poco più di 25 euro al mese. Inoltre, ulteriore vantaggio per gli utenti, il periodo promozionale ha ormai una durata indeterminata.

L’avanzata della fibra ottica

Di pari passo con la riduzione dei costi delle offerte è raddoppiata la velocità nominale inclusa nei pacchetti internet casa. Se 10 mesi fa si aggirava su circa 599 Megabit al secondo ora è pari in media a oltre un Gigabit (il dato rilevato è 1167 Megabit). Da cosa dipende questo incremento? Il dato è legato al fatto che le offerte in fibra ottica stanno gradualmente aumentando sia la propria copertura che le prestazioni, in termini di velocità massima di connessione, messe a disposizione agli utenti.

Se guardiamo al costo promozionale dei pacchetti, sono proprio quelli che comprendono la fibra ottica a subire le maggiori flessioni di prezzo. La fibra Ftth, la più veloce, (Fiber To The Home), ha subito un calo dell’11% rispetto a febbraio scorso (con un costo promozionale che da 28,62 euro scende a 25,45 euro). Si tratta della riduzione di prezzo maggiore se consideriamo i prezzi dei pacchetti di tutte le altre tecnologie per connettersi. Anche la fibra mista rame Fttc (Fiber To The Cabinet) fa registrare una lieve flessione (-6%), con costi promozionali medi che da 28,42 euro scendono a 26,77 euro. La generale tendenza al ribasso riguarda anche l’Adsl tradizionale (-7%), che da 28,94 euro scende a poco meno di 27 euro in media al mese, e la tecnologia di connessione wireless (-5%), che da un costo medio di 26 euro arriva ora a 24,72 euro circa.

Prima di cambiare compagnia è opportuno leggere sempre con attenzione le condizioni dell’offerta. Un ottimo ausilio per passare in rassegna le tariffe presenti sul mercato è lo strumento di comparazione delle tariffe internet casa SOStariffe.it (www.sostariffe.it/internet-casa/), che consente di confrontare in pochi e semplici passaggi le proposte internet delle principali compagnie attive in Italia.

@RIPRODUZIONE RISERVATA