Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IL PIANO

Banda ultralarga, riflettori Infratel sul catasto delle reti

Proseguono i lavori del Comitato di indirizzo e monitoraggio della società del Mise. Incontro con Uncem per fare il punto sul digital divide nei Comuni montani. Sul tavolo anche la realizzazione del Sinfi

14 Gen 2019

F. Me

Proseguono i lavori del Comitato di indirizzo e monitoraggio Infratel, istituito allo scopo di verificare gli obiettivi prefissati nel Piano Banda Ultra Larga (Bul).

Tra i partecipanti alla riunione Marco Bussone, Presidente dell’Uncem, l’Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani, che ha discusso con il Comitato sulla realizzazione di progetti finalizzati a superare il digital divide nelle comunità montane e favorire, attraverso l’adozione di servizi di nuova generazione, la crescita e lo sviluppo sociale ed economica dei suddetti territori.

Il Comitato ha, inoltre, affrontato i temi relativi allo stato di avanzamento dei lavori per l’attuazione del progetto Bul 2018-2020 (per il quale è previsto il lancio di una nuova consultazione pubblica sulle aree nere e grigie del Paese per il prossimo 20 gennaio), del Sinfi (il catasto delle infrastrutture del sottosuolo) e del piano di esecuzione del programma WiFi.Italia.it, che ha già avviato i progetti esecutivi di realizzazione dei punti di accesso wi-fi free in 140 comuni colpiti dal terremoto nel 2016.

Entro la fine del mese di gennaio, infine, verrà avviata la procedura di sportello per i Comuni al di sotto dei 2000 abitanti per la fornitura degli Hot Spot WiFi.Italia.it.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
banda ultralarga
I
infratel
S
Sinfi
U
Uncem

Articolo 1 di 5