Sarmi, Asstel: "Sinergie pubblico-privato cruciali per estendere le reti" - CorCom

BANDA ULTRALARGA

Sarmi, Asstel: “Sinergie pubblico-privato cruciali per estendere le reti”

Il presidente dell’Associazione avverte: “Necessario assicurare la disponibilità di infrastutture Vhcn nei tempi previsti per la realizzazione dei progetti contemplati dal Pnrr ovvero entro il 2026”

11 Giu 2021

F. Me

Fare presto sulle reti ultraveloci per le realizzare gli obietti di rilancio del Pnrr. L’appello dal presidente di Asstel Massimo Sarmi, in audizione al Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, nell’ambito delle attività per i Piani di sviluppo delle reti ad altissima velocità del Pnrr.

Esprimiamo grande apprezzamento per l’aumento delle risorse destinate dal Pnrr per la diffusione su scala nazionale delle reti a banda ultra-larga – ha detto Sarmi – Pianificare la copertura omogenea dell’intero territorio nazionale con le reti Vhcn è il fondamento per assicurare la parità di opportunità di lavoro e studio e in prospettiva la coesione sociale, in una economia che si avvia verso la trasformazione digitale dell’industria e dei servizi”.

Ma per Asstel affinché il Pnrr realizzi le ambizioni di rilancio dell’economia nazionale, “è necessario assicurare la disponibilità di reti Vhcn – ha puntualizzato il manager – ovvero Ftth, Fwa e 5G nei tempi previsti per la realizzazione dei progetti di trasformazione digitale contemplati dal Pnrr stesso, ovvero entro il 2026. In questa direzione positivamente si inserisce il Piano Italia a 1 Giga compreso nel progetto Reti Ultraveloci”.

“Pertanto, accogliamo con favore le proposte di semplificazione in merito al procedimento di autorizzazione per l’installazione di infrastrutture di comunicazione elettronica e l’attenzione per l’infrastrutturazione digitale contemplate nel DL Governance Pnrr e Semplificazioni, da tempo auspicate dall’Associazione per garantire la certezza dei tempi dei procedimenti di concessione o diniego dell’autorizzazione”.

“La leva del Pnrr, va inoltre impiegata in progetti di ricerca e sviluppo utili all’implementazione di standard globali. Bisogna infatti investire nelle evoluzioni di Software-Defined Networking e Network Functions Virtualization ma anche Ran, Open Ran, Cloud, Edge Computing, sistemi di Big Data Analytics e Intelligenza Artificiale che permetteranno una ridefinizione dei modelli architetturali di rete. Non c’è sviluppo di nuove tecnologie senza investimenti in capitale umano, competenze e infrastrutture”.

“Le imprese della Filiera Tlc sono pronte a raccogliere la sfida dell’innovazione, mettendo in campo sui territori servizi concreti per rispondere alle necessità dei cittadini – ha concluso – Solo attraverso una collaborazione sinergica tra privato e pubblico riusciremo ad accelerare ed estendere le reti Vhcn sull’intero territorio nazionale e promuovere un’ampia gamma di servizi essenziali per il funzionamento del mercato interno e la gestione di funzioni di rilevanza cruciale per la società e l’economia”.

Asstel aderisce al progetto Open Doors

“Dopo il primo webinar di lunedì 7 giugno, stanno arrivando numerose adesioni di aziende al progetto Open Doors. Si tratta di dare ai giovani un’opportunità di orientamento, formazione e un contatto diretto con chi guida le aziende e chi ci lavora do il benvenuto quindi alle aziende che anche grazie al supporto di Asstel stanno aderendo: Fastweb, Open Fiber, Inwit, System House, Cellnex”. Lo annuncia, in una nota, la ministra alle Politiche Giovanili Fabiana Dadone a proposito del progetto di orientamento e informazione per i ragazzi. “Siamo molto orgogliosi di fare parte del progetto Open Doors, occorre assumere giovani e promuovere a politiche di formazione permanente, di reskilling e upskilling – ha detto il direttore generale di Asstel, Laura Di Raimondo – e la Filiera Tlc è in prima linea per formare i talenti del futuro, mettendo sempre al centro il capitale umano”.
Il secondo e prossimo appuntamento sarà lunedì 14 giugno alle 15.00. Insieme al ministro Dadone saranno presenti Walter Ruffinoni Ceo di Ntt Data e Andrea Quacivi Ceo di Sogei, oltre ad alcuni studenti e studentesse dell’Università Luiss Guido Carli e dell’Università Europea di Roma. Diretta video streaming sul sito di Rai Scuola (www.raiscuola.it), informazioni e iscrizioni sul portale Giovani2030.
@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

F
fabiana dadone
M
massimo sarmi

Aziende

A
asstel

Approfondimenti

P
pnrr